Bruno Tedino, tecnico del Palermo, parla in conferenza stampa in vista del big match del Frosinone: "Ci piacerebbe lavorare con i giocatori a pieno regime, questa non è abbondanza perché non sappiamo come stanno determinati calciatori che hanno viaggiato molto. Gli spostamenti non sono così semplici come si possa pensare, poi c'è chi ha giocato di più e chi non sta bene. Chochev e Jajalo sono rientrati ieri sera tardi, Nestorovski e Trajkovski hanno lavorato col gruppo ma entrambi hanno giocato tantissimo, non sappiamo come stanno e non è un grande vantaggio. E' come avere in casa un buon pesce da un giorno e mezzo, non si sa se è buono o meno. La valutazione dei giocatori non è ideale, vedremo nella seduta di domani come riusciremo ad indirizzare la squadra. Posavec ha rimediato una grandissima contusione all'avambraccio destro talmente forte che pensavamo fosse rotto, ma è stato bravo lo staff sanitario a fare subito una radiografia e verificare che di rotto non c'è niente. Farà una risonanza per valutare l'entità dell'infortunio, ma abbiamo avuto paura perché la dinamica dell'infortunio è stata brutta. Il problema Posavec però non esiste, la contusione è stata pesante e anche in rotazione, cosa che ci ha fatto temere qualcosa di importante. Al massimo passa in una domenica, al massimo due, non so però nemmeno se lo porto a Frosinone. Non dobbiamo fare stupidaggini, proprio come già fatto con Coronado ed Embalo".