Il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, ha parlato a Radio Kiss Kiss della difficile situazione dei siciliani: "E' importante il supporto della squadra a Corini, ma adesso serviranno risposte sul campo. La vedo molto male quest'anno, a prescindere dell'allenatore. Ballardini dopo tre domeniche ha deciso di andare via, De Zerbi ha incassato otto sconfitte di fila e ha perso in Coppa Italia. Per un presidente non è semplice prendere decisioni e aumentare i costi della gestione, non sempre si fanno scelte razionali e si cerca di cambiare la situazione in tutti i modi. Difficile mettere a galla una barca naufragata, ha preso un iceberg. Corini non c’entra, è tutta la stagione che è così. Sia in squadra che in conduzione ci sono delle difficoltà. Al Wolfsburg mi ha detto un amico che l’anno prima si sono salvati per poco e l’anno dopo con la stessa rosa ma con un allenatore diverso hanno vinto il campionato, vediamo cosa succede a Palermo. La società è in vendita da inizio anno, io sono il venditore ma mancano gli acquirenti. Ho offerto il Palermo a palermitani, americani, cinesi, ho pensato ad un azionariato popolare ma non è semplice. Nestorovski non è sul mercato, Hiljemark vuole andar via, se troviamo la squadra si può fare. Si sono interessate tre-quattro italiane, più club di Premier e una squadra ucraina e russa, ma non ho ricevuto offerte concrete".