Per il momento l'avventura di Gabigol in Portogallo sta rimarcando quella interista: pochi spazi, zero gol e tanta panchina. Negli ultimi giorni sono circolate voci di un possibile addio dell'attaccante brasiliano, pronto a terminare anticipatamente il prestito annuale con le Aquile. Ma il diretto interessato ha smentito il tutto in un'intervista ad A Bola: "Non è vero che voglio andarmene. Quando me lo hanno raccontato, ne sono rimasto molto sorpreso. Sono molto felice al Benfica e spero di essere qui per un anno. Dopodiché possiamo parlare di più con Inter, il fatto di restare o meno non dipende da me. Questo lo decideranno il presidente e l'Inter. Quello che posso fare è dedicarmi ad aiutare Benfica".

"Io un craque annunciato che non ha mantenuto le promesse? Non ascolto molto a questi giudizi. Se analizziamo le partite fatte all’Inter, credo di aver giocato molto bene. E difficile dimostrare qualcosa in 10 partite. Ma ci sono persone che credono in me e questo è importante. Fallimento in nerazzurro? Non so se io abbia fallito all’Inter. E’ molto difficile per un giocatore brasiliano che arriva in Europa segnare al primo anno 20 o 30 gol. Sono arrivato all’Inter molto giovane, a 20 anni..."