Atalanta-Pescara 3-0

Bizzarri 6: bella la respinta al 5' su tiro del Papu, si alza poi al 16' per deviare una rovesciata di Toloi. Nella ripresa si supera ancora, con una respinta laterale su tentativo dal limite di Grassi. Operoso;

Zampano 6: suo il primo tiro al 33' del Pescara. Suo è anche l'arduo compito di confrontarsi con Spinazzola e l'attaccante nerazzurro è una mina vagante per lui;

Coda 5,5: l'attacco nerazzurro comporta a lui e a Bovo non poco lavoro in difesa;

Bovo 5,5: si veda la prestazione di Coda;

Crescenzi 6: posizionato in avanti per completare la linea offensiva, regala, di tanto in tanto, qualche scatto ma Masiello e Spinazzola l'hanno saputo spegnere

(79' Bahebeck sv);

Biraghi 5,5: perde Hateboer il cui cross permette la segnatura atalantina;

Verre 5,5: è in campo perchè appare sulla distinta ma, a fatti, è ben lontano dalla presenza costante e di supporto ai propri colori;

(69' Coulibaly sv)

Memushaj 5,5: confrontarsi con il centrocampo atalantino non è stata delle più semplici imprese

(79' Kastanos sv);

Muntari 6: ci mette l'impegno e la sana 'cattiveria' che, tuttavia, gli costa il giallo al 26';

Benali 7: è colui che cerca di portare scompiglio e di rompere gli schemi difensivi dei nerazzurri ma il suo mero apporto non può essere sufficiente;

Cerri 6: centravanti di potenza, mai fermo, uno di quei attaccanti che farebbero bene alla causa di Gasperini. Ma Cerri gioca nel Pescara e spesso e volentieri non è sostenuto come dovrebbe;

All. Zeman 5: il suo Pescara al fischio d'inizio non sembra la squadra venuta a Bergamo per subire l'Atalanta. Ma nemmeno per metterla per ko. E alla lunga emerge la squadra che è più in gamba, ovvero quella di Gasperini