Ai microfoni di Sky Sport, al termine della sfida del suo Pescara vittorioso sul campo del Foggia - altra sua vecchia conoscenza - l'allenatore Zdenek Zeman ha espresso le proprie considerazioni sui suoi: "Non è cambiato niente, siamo sempre gli stessi. Sono contento che abbiamo vinto ma non lo sono per la prestazione del secondo tempo. Ormai è un cliché: andiamo in vantaggio e cerchiamo di non giocare. Così però giocano gli altri e il Foggia è una squadra tra quelle che fa più possesso palla. Bastava un errore nostro e saremmo stati puniti. Il primo tempo è stato equilibrato, anche se il Foggia ha preso due pali. Li ha presi però su due palle regalate da noi. Eravamo comunque pericolosi. Nel secondo ci siamo chiusi troppo bassi, senza riferimenti. Individualmente abbiamo giocatori che sanno giocare. Ritorno a Zemanlandia? Torno sempre volentieri a Foggia, anche quando non si gioca. Sono contento che il sindaco mi abbia dato una targa con una descrizione molto positiva del mio lavoro, nella quale mi ringraziava del comportamento".