Torino-Pisa 4-0

Ujkani 6: nel primo tempo è bravo, con una parata in tuffo, a respingere una pericolosa conclusione di Acquah, anche nel secondo tempo è bravo a mantenere inviolata la propria porta, si deve poi arrendere soltanto supplementari quando i suoi compagni sono ormai sulle gambe dopo la dispendiosa partita giocata e non riescono più a coprire come nei tempi regolamentari.

Birindelli 6,5: il fatto che il Torino, complice la staticità di Moretti, attacchi prevalentemente sul proprio fronte destro gli rende la serata un po' più semplice. È bravo nel contenere Martinez, gli crea invece qualche problema in più Boyé quando viene spostato nel suo lato.

(dal 59' Peralta 6,5: entra bene in partita, dimostrandosi sin dai primi minuti molto generoso nell'andare a pressare gli avversari, recuperando anche alcuni palloni)

Del Fabro 6,5: nonostante la giovane età e nonostante il fatto che di fronte abbia giocatori di grande esperienza e qualità come ad esempio Maxi Lopez, mostra personalità e ottime doti difensive con una serie di anticipi e di interventi sempre puntuali.

Avogadri 6: nonostante la maggiore esperienza, fatica più del suo compagno di reparto Del Fabro a contenere gli attaccanti del Torino quando agiscono nella sua zona di competenza. La sua prestazione è comunque sufficiente.

(dal 50' Lisuzzo 6,5: entra al posto dell'infortunato Avogadri e al 70' mette paura al Torino con un destro dal centro dell'area di rigore, in seguito ad un corner, sul quale Padelli compie un mezzo miracolo).

Fautario 6: rispetto a Birindelli deve faticare di più nel contenere gli attacchi del Torino sulla propria fascia di competenza, anche perché deve vedersela pure con le frequenti incursioni di De Silvestri. Riesce comunque a cavarsela in maniera più che sufficiente.

Golubovic 6: partita principalmente di sacrificio per giovane serbo che si fa apprezzare maggiormente quando gioca sulla linea dei centrocampisti. Dopo l'uscita di Birindelli Gattuso lo arretra sulla linea dei difensori.

Lazzari 6,5: Gattuso si affida alla sua grande esperienza anche in serie A per cercare di dare ordine al gioco del Pisa ma può contare sul suo numero 19 solamente fino al 70', dopodiché Lazzari è costretto da un infortunio ad alzare bandiera bianca e a lasciare in dieci la propria squadra.

Sanseverino 6: più che sufficiente anche la prestazione del numero 27 che è bravo nell'aiutare Fautario in fase difensiva nel contenere gli attacchi granata.

Montella 6,5: con i suoi continui movimenti lungo tutto il fronte offensivo del Pisa non dà punti di riferimento alla difesa del Torino. È bravo anche nel guadagnare alcuni falli nelle metà campo avversaria.

Cani 6: cerca di far fruttare al meglio i suoi centimetri giocando di sponda per i propri compagni di squadra, nell'area del Torino però non lo si vede quasi mai, ma le colpe non sono tutte sue.

Gatto 5,5: dei giocatori offensivi del Pisa è quello che si vede di meno, fa un grande lavoro di sacrificio arretrando spesso sulla linea dei centrocampisti ma non riesce mai a entrare veramente nel vivo del gioco.

(dal 67' Longhi 6,5: pochi minuti dopo il suo ingresso in campo il Pisa resta in dieci a causa dell'infortunio di Lazzari a cambi terminati, l'ex Sassuolo è bravo nell'aiutare i propri compagni a reggere le offensive avversarie. Nei supplementari spreca un'incredibile regalo della difesa avversaria per realizzare l'1-1).


All. Gattuso 6,5: il suo Pisa è schierato in campo in maniera egregia, non lascia spazi al Torino e quando ne ha la possibilità prova a farsi vedere in avanti. È sfortunato nel dover utilizzare le prime due sostituzioni per togliere dal campo gli infortunati Avogadri e Birindelli, ma è troppo precipitoso nell'effettuare il terzo cambio e, alla fine, il Pisa si ritrova a giocare gli ultimi venti minuti in inferiorità numerica, dopo che anche Lazzari è costretto a lasciare il campo per un problema fisico.