La MotoGP è pronta a salutare Valentino Rossi e intanto si prepara l'ondata di giovani rampanti pronti a prenderne l'eredità. Perché, inutile negarlo, il Dottore inizia ad avere 39 anni e a pensare seriamente di fare spazio a chi, di primavere, ne ha meno. (NELLA FOTOGALLERY TUTTI I PILOTI MENZIONATI NELL'ARTICOLO).

TUTTI GLI EREDI DI VALENTINO ROSSI - E di certo i nomi non mancano: da Franco Morbidelli a Nicolò Bulega, per passare da Romano Fenati, Mattia Pasini, Stefano Manzi, Luca Marini e Federico Fuligni. Il motomondiale 2018 partirà il prossimo 18 marzo in Qatar, ma l'Italia si prepara ad un futuro che possa andare oltre Valentino Rossi e Andrea Dovizioso. Perché non si può vivere di passato, ma bisogna guardare al domani con rinnovata serenità.

FRANCO MORBIDELLI E ROMANO FENATI IN POLE POSITION - Sicuramente quello di Franco Morbidelli è il nome che affascina maggiormente. Perché è giovane e ha vinto il Mondiale di Moto2 vincendo e convincendo tutti. Concretezza e talento, ma anche continuità di risultati. Doti che accomunano Morbidelli al 22enne Romano Fenati: l'ascolano, che ha chiuso il Mondiale di Moto3 al secondo posto, è pronto a gettarsi nel Mondiale di Moto2 strizzando l'occhio, però, alla MotoGP.

DA PASINI A BALDASSARRI - Ci si aspetta molto da Mattia Pasini da Riccione; pilota che ha chiuso il 2017 al sesto posto dopo aver collezionato cinque pole position, un secondo posto a Silverstone e la vittoria al Mugello. Ma chi potrebbe davvero conquistare le copertine è Lorenzo Baldassarri, classe 1996: l'anno scorso lo schianto ad Assen a 200 km/h aveva fatto presagire il peggio. Ma è già pronto a dire la sua.

MANZI, BULEGA E BASTIANINI - La ciurma italica si arricchisce poi dei nomi di Stefano Manzi, 18 anni riminese che gareggia in Moto2 (e, guarda caso, con il team di Valentino Rossi); Nicolò Bulega, reggiano, altro prodotto dell'accademia Sky VR46; ed Enea Bastianini, 20enne romagnolo che punta dritto al titolo. Ma assieme a loro ci sono anche Andrea Migno, 21 anni da Saludecio; Luca Marini, fratello di mamma di Valentino Rossi anche lui del Team del Dottore; ma anche Federico Fuligni e Niccolò Antonelli. Il Dottore può fare spazio: l'Italia ha già i talenti per sostituirlo.