Il personaggio del giorno in Francia rimane Miralem Pjanic. Intervistato da France Football, il bosniaco ha parlato a 360 gradi di sè, della Juve, della Roma. Ecco i passaggi principali.

JUVE E ROMA - "Sono qui per vincere i titoli, questo è quello che mi manca di più. La Juve è il club perfetto per qeusto, c'è davvero una cultura vincente a tutti i livelli. Per ora sono sempre stato un secondo, la continuità che sto trovando nella Juve alla Roma non c'è mai stata, troppi alti e bassi. Invece la Juve ha coerenza e solidità, è una macchina perfetta per vincere".

QUASI AL PSG - "Sono stato molto vicino al Psg, nel gennaio del 2014. Ma in quel momento la Roma lottava per il titolo, i contatti erano concreti ma all'ultimo ho ricevuto una telefonata da Sabatini che mi disse 'Mire, non ti venderemo nemmeno per 50 milioni".

DIFFERENZA TRA ITALIA E FRANCIA - "C'è più concorrenza in Italia, oltre a una grande rivalità tra club. Ci sono Roma, Napoli, Inter, Milan e Fiorentina, poi però ogni partita è davvero difficile. Quando ero nel Lione era così anche in Francia, con Marsiglia, Bordeaux, PSg, Monaco e Lille in grado di competere ad alti livelli. Oggi invece c'è solo il Psg, che dovrebbe fare un campionato a parte".