Cesare Prandelli è intervenuto alla trasmissione Tutti Convocati di Radio24, parlando dei torti arbitrali subiti dal Bayern Monaco contro il Real Madrid, che gli hanno ricordato quelli vissuti in prima persona da allenatore della Fiorentina negli ottavi di Champions del 2010, proprio contro i bavaresi: "Il torto che hanno fatto noi era ancora più clamoroso. Mi sono rivisto in Ancelotti, in quei momenti non sai a cosa aggrapparti". Poi ha detto la sua sul possibile avversario della Juventus in semifinale: "Il Monaco? Secondo me in questo momento è meglio non affrontarlo, io andrei ancora in Spagna. Come ha detto Buffon, l'Atletico penserà solo alla Champions, il Real non può. Forse è meglio trovare i Blancos".

Sulla sfida tra i bianconeri e il Barcellona non sono mancati elogi sfrenati alla squadra di Allegri: "Tanto di cappello ad Allegri, che mette in campo una squadra sulla carta offensiva, ma con tanto equilibrio. La Juventus sarà la nuova protagonista del calcio europeo per anni. Poche squadre possono fare un primo tempo come quello fatto ieri dai bianconeri". Sui blaugrana, invece: "Ho visto la fine di un ciclo contro una squadra molto molto moderna. La Juventus è il nuovo che avanza, il Barcellona invece non ha cambiato modo giocare, conosce solo un tipo di calcio". Infine, l'attacco alle parole di Arrigo Sacchi contro Allegri e la Juve: "La Juventus ha fatto catenaccio? Chi lo dice non capisce nulla di calcio".