L'estate pazza del Paris Saint-Germain sul mercato ha portato la Uefa ad aprire un'indagine sul mancato rispetto del Fair-play finanziario da parte del club francese. Ma i parigini sono finiti anche nel mirino delle autorità svizzere che, nell'ambito dei controlli sulla Fifa, hanno accusato il presidente Nasser Al Khelaifi di corruzione.

INDAGATO - L'indagine, secondo le prime ricostruzioni, riguarda la compravendita dei diritti tv per i prossimi Mondiali, con BeIn Sports, di cui Al Khelaifi è amministratore delegato, che si è aggiudicata la trasmissione fino al 2030. La polizia francese ha anche perquisito la sede della tv a Parigi.

DI CAMPLI COMMENTA - Attraverso il proprio profilo Facebook, Donato Di Campli, ex agente di Marco Verratti, ha così commentato la notizia: "Tempo al tempo... Tutti i nodi verranno al pettine, vero presidente?". Durante l'estate il procuratore abruzzese era arrivato allo scontro col numero uno del club, per la lunga telenovela sul corteggiamento del Barcellona per il centrocampista azzurro.