Un rapporto nato male, frutto di una trattativa complicata come quella del rinnovo di Gianluigi Donnarumma che ha avuto giocoforza numerosi bassi e pochi alti e che, per colpa di alcune incomprensioni fra Mino Raiola e Massimiliano Mirabelli, ha rischiato anche di saltare. Un rapporto logoro, quello fra l'agente e il ds rossonero, che ha portato nuovamente Raiola ad attaccare frontalmente il Milan a mezzo stampa.

RAIOLA RISPONDE A MIRABELLI - Parlando ai microfoni di Rai Sport nel corso della Domenica Sportiva il procuratore ha ribadito la stima nulla nel progetto dei rossoneri: "Non ho nulla di personale contro Fassone e Mirabelli, ma non credo nel loro progetto"Pochi giorni fa l'attuale direttore sportivo del Milan aveva attaccato frontalmente Raiola dichiarando pubblicamente di considerarlo "Un piccolo uomo" e oggi è arrivata la risposta di Raiola.

SU DONNARUMMA - "Quando tutta Italia era in panico sul futuro di Donnarumma, ci è stata proposta la fascia da capitano, senza che noi l'avessimo chiesta. Io dico solo che c'è stata una promessa che non è stata mantenuta".

MERCATO INTER - "Il mercato dell'Inter è stato molto influenzato dalla Cina. Certe volte il freno a mano tirato è un bene. Fa male alla testa avere troppo da spendere. Non sempre spendere 220 milioni vuol dire aver comprato bene".