La Finale di Champions League che si giocherà a Cardiff tra Real Madrid e Juventus è la partita alla quale Gareth Bale non può mancare. Scendere in campo, per giocarsi la vittoria della più prestigiosa competizione europea, è già di per sé l’obiettivo di qualunque giocatore, se poi il calciatore in questione è persino gallese, si può solo immaginare l’emozione di disputare tale partita davanti al pubblico di casa. Tra Bale e il desiderio di essere schierato titolare a Cardiff, ci sono però tre ostacoli: La condizione fisica, le ottime prestazioni di Isco e una parte di spogliatoio che prediligerebbe puntare sullo spagnolo a suo discapito. 

INFORTUNIO – Bale le sta provando tutte per rimettersi in sesto dopo la lesione muscolare di secondo grado al soleo, rimediata contro il Barcellona. L’ennesimo infortunio (il 17esimo) ha condizionato il finale di stagione che lo ha visto costretto ai box. E Anche se è appena tornato ad allenarsi con il gruppo, l’ex Tottenham è convinto di rinconquistare la titolarità, così sta addirittura sostenendo una particolarissima dieta, accostandola ad uno scrupoloso lavoro fisico. Il primo ad essere fiducioso del suo recupero è il tecnico Zinedine Zidane: “Sta lavorando esclusivamente in palestra e piscina, ma ogni giorno sta sempre meglio. Vedremo come procederà il recupero. Spero torni presto”. Le intenzioni dell’allenatore sono chiare: Se a disposizione, preferirà Bale a Isco, e della stessa opinione è il presidente Florentino Peréz, che ha da sempre avuto un occhio di riguardo verso Gareth. 

​ISCO IN PANCHINA? – Sembra semplicemente assurdo immaginare Isco in panchina al Millenium Stadium. Il numero 22 del Real Madrid, classe 1992, quest’anno in 2.191 minuti giocati ha realizzato 11 reti e ben 9 assist, facendo meglio degli altri centrocampisti in fase realizzativa, anche del giovane talento Asensio. Può essere altresì considerato il “talismano” di Zidane: una sola sconfitta in 40 presenze. Nei 3 ko subiti in Liga questa stagione, contro Siviglia (2-1), Valencia (2-1) e Celta Vigo (1-2), Isco non è sceso in campo. Lo stesso vale per la sconfitta maturata dai blancos per 2-1 in Copa del Rey per mano del Celta Vigo. Solo una volta era presente in una sconfitta: In Champions è partito dal primo minuto contro l’Atletico Madrid nella gara di ritorno della semifinale, persa 2-1 dalle merengues (con cui è andato in gol), ma si è trattato di uno sbandamento indolore.  Ai numeri si aggiungono anche le prestazioni in crescendo del nazionale spagnolo, che in campo sfrutta ogni minuto a disposizione per ribadire la propria qualità. Rispetto a Bale assicura una maggiore affidabilità e concretezza, anche nell’aiutare il reparto difensivo madridista, punto debole della squadra, e dialoga a meraviglia coi compagni di squadra. Bale assicura una maggiore potenza offensiva e velocità, ma quando non è al 100% si trasforma e contro la Juve troverebbe un muro in difesa che farebbe fatica a scalfire. Inoltre si sta rivelando troppo delicato fisicamente, e una ricaduta sarebbe dietro l’angolo. 

SPOGLIATOIO SPACCATO – Con la Liga ormai in cassaforte, in Spagna si è iniziato già da tempo a discutere della formazione da schierare a Cardiff. Ci sarebbero però dei dissapori interni allo spogliatoio del Madrid. Le discussioni ruotano appunto intorno ai nomi di Bale ed Isco: Su chi dei due Zidane dovrà puntare per vincere la Finale? La rosa del Real la pensa in modo diverso. A quanto riporta Don Balon, Cristiano Ronaldo, Sergio Ramos, Pepe, Casemiro, Coentrao e Marcelo vorrebbero vedere Isco titolare in finale di Champions League al posto di Bale. Mentre in opposizione Modric e Kroos spingerebbero per il gallese. A Bale Zidane non rinuncerà, perché con lui ha già vinto due Champions (contro l'Atletico) e lo ha sempre considerato nell’11 titolare, a prescindere della condizione di Isco. In accordo con l’opinione di Cristiano Ronaldo ci sono invece i tifosi del Real: Un sondaggio redatto da ‘Marca’ ha rivelato che il 72% dei votanti preferirebbe vedere Isco in campo il 3 giugno.