Sembrava cosa fatta, il passaggio di Kepa da difensore titolare dei pali dell'Athletic Bilbao a quelli del Real Madrid, eppure la dichiarazione di Zinedine Zidane alla stampa spagnola: "Ve lo dico chiaro: non voglio comprare nessuno" ha chiuso il discorso, almeno per ora. Un problema in meno per Keylor Navas e uno in più per il giovane portiere spagnolo che, nel tira e molla con il club basco per il rinnovo, ha perso la titolarità e rischia di non giocare da qui alla fine dell'anno, con il conseguente rischio di uscire dall'orbita della nazionale. Se a occhi meno attenti quello tra i Blancos e Kepa potrebbe sembrare il solito dilemma di mercato, non bisogna dimenticare che tra il ruolo di portiere e il Real Madrid negli ultimi 5 anni è stato un rapporto decisamente complicato. 

IKER E MOU - Nella prima partita di gennaio del 2013, un monumento intoccabile come Iker Casillas veniva lasciato in panchina dall'allora tecnico del Real José Mourinho, al suo posto al semi-sconosciuto Antonio Adan (ex Cagliari e ora tra i pali del Betis Siviglia). La scelta dello Special One, inizialmente dettata da un infortunio al portiere titolare, divideva i tifosi, e il ritorno di Diego Lopez nel corso del mercato d'inverno, con il suo debutto titolare pochi giorni dopo, creò una crisi che si concluse solo con la partenza del tecnico portoghese. 

IL DUALISMO CON CARLETTO - Quando, a fine stagione, a Madrid arrivò Carlo Ancelotti, la convivenza tra Casillas e Diego Lopez non era tra le migliori. Il tecnico italiano decise salomonicamente di assegnare il posto da titolare in Liga all'ex portiere del Milan, mentre Iker giocava le partite di Champions. A giugno 2014 a Madrid sbarca Keylor Navas, considerato uno dei migliori portieri del Mondiale giocato in Brasile. Diego Lopez viene ceduto al Milan, Iker Casillas recupera la fiducia di Ancelotti ed è il titolare in Liga e in Champions, per l'estremo difensore del Costa Rica qualche apparizione in campionato e in Coppa del Re, con Fernando Pacheco, ora tra i pali dell'Alaves, a fare da terzo incomodo. 

ADDIO IN LACRIME - Quando a giugno 2015 è Rafa Benitez a prendere posto sulla panchina dei Blancos, Iker Casillas ormai fa già parte del passato del Real. A pochi è piaciuta la maniera in cui il club ha salutato il portiere di Mostoles. Florentino Perez in un primo momento non prevede nessuna conferenza di addio ufficiale per Iker, poi ci ripensa, e negli occhi dei tifosi del Real è rimasta l'immagine delle lacrime che impediscono a Casillas di parlare. Punto e capo, Benitez ha a disposizione Keylor Navas, Kiko Casilla e Ruben Yanez per la sua prima stagione sulla panchina del Real. 

IL FAX DI DE GEA – Fino all’ultimo momento, comunque, il Real cerca di prendere De Gea dal Manchester United proponendo in cambio Keylor Navas. C'è il contratto, c'è la firma del giocatore, il costaricano ha già preparato le valigie, però la burocrazia e il famoso fax arrivato in lega per depositare il contratto arriva in ritardo. Lo scambio dei due portieri salta, come pochi mesi dopo salterà anche Rafa Benitez. A gennaio arriva Zinedine Zidane e, in cerca di tranquillità e continuità, dà totale fiducia a Keylor Navas. A fine anno il Real potrebbe sfruttare la clausola che permette a De Gea di lasciare Manchester, non lo fa e il portiere spagnolo rinnova con la squadra inglese. 

IL MOMENTO DI COURTOISKeylor Navas è il titolare del tecnico francese anche per la stagione 2016/17, anche se non arriva a convincere tutti e del tutto. Kiko Casilla inizia ad avere più spazio, anche grazie all’operazione chirurgica a cui Navas deve sottoporsi. Nel frattempo, come papabile nuovo arrivo si fa anche il nome di Thibaut Courtois, ex dell'Atletico e in forza al Chelsea. Quando arriva il mercato estivo oltre a De Gea e Courtois, sono due nomi nuovi che puntano a togliere il posto da titolare a Keylor Navas: Donnarumma, del Milan, e Kepa, dell’Athletic. Il rinnovo di Donnarumma chiude le porte all’italiano, mentre i possibili nuovi numeri uno del Real, Courtois e de Gea, come lo stesso Kepa, continuano senza rinnovare il loro contratto con le loro rispettive squadre. Zidane dice di non aver bisogno di un nuovo portiere, Keylor continua a parare rigori e la storia infinita dei portieri del Real continua... 

GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati su Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com