Rijeka-Milan 2-0

MILAN

Storari 6:
Nessuna responsabilità sui due gol subiti.

Zapata 5: Gavranovic gli va via con una facilità disarmante, marcatura troppo leggera in occasione del secondo gol dei croati.

Paletta 5,5: Non giocava una partita ufficiale dal maggio scorso e le ruggini sono più che comprensibili. Si fa apprezzare sul gioco aereo ma Gavranovic lo anticipa in occasione del raddoppio.

Romagnoli 6: Il meno peggio dei tre difensori, fa il suo.

Calabria 5,5: Tra gli undici scesi in campo è tra quelli che ci mette più determinazione ma sbaglia tanto sia in fase difensiva, vedi l'occasione che porta al gol, che in quella offensiva.

Zanellato 5: Un paio di  giocate banali e poco altro. (Dal 74' Abate s.v)

Biglia 5: In netto ritardo di condizione, viene sovrastato dal ritmo degli avversari. Tocca pochi palloni, nella sua prova mancano le verticalizzazioni.

Locatelli 6: Il migliore dei centrocampisti, ci prova fino in fondo con diverse buone giocate.

Antonelli 6: Tra i più intraprendenti, fino a quando la condizione lo sorregge. Specie nei primi 45' è l'unico in grado di creare qualche grattacapo all'attenta difesa avversaria.

A. Silva 4,5: Non tira mai in porta e per un attaccante è un dato desolante. Quello che sorprende è un atteggiamento indisponente, prova spesso la giocata fine a se stessa. Spreca una ghiotta occasione di mettere qualche dubbio a Gattuso in vista della sfida con il Bologna. (Dall'80' Forte s.v)

Cutrone 6: Si crea una buona occasione nel primo tempo, al termine di un ottimo gesto tecnico. Almeno ci prova.

Gattuso 5: Non ha trasmesso il suo spirito alla squadra, la scossa che arriva con il cambio di allenatore non si è ancora vista. Questo Milan non ha idee e nè grinta.

RIJEKA: Sluga 6; Vesovic 6,5, Elez 7, Zuparic 6, Zuta 6; Males 6,5, Pavicic 6,5; Acosty 6(Dal 75' Puncec), Gavranovic 7 (Dall'80 Crnic), Kvrzic 6,5; Puljic 7.