Il dg romanista Baldissoni ha risposto così agli azionisti nel corso della consueta Assemblea che si sta svolgendo a Trigoria:  “Quest’anno avremo un risultato finale migliore rispetto a quello precedente, avremo ricavi di 240 milioni, sarà il nuovo record societario. Questi sono indici di salute della società, valutando i parametri di partenza scegliere di far partire il risanamento dalla riduzione dei costi e di conseguenza di competitività avrebbe reso più lungo l’aumento di ricavi. La partecipazione a coppe europee permette l’ingresso di utili da diritti tv. Questo implica la necessità di pareggiare il bilancio. Il trading di calciatori è un’attività fisiologica nel calcio, se ci fate caso anche il Napoli fa questo. Salah ci aveva fatto sapere di volere andare via ben prima della fine del campionato. Con costi alti si ha competitività più alta. Fino ad ora questa strategia è stata vincente, al di là di una flessione dell’anno scorso di aver perso il preliminare con il Porto, ha portato a un risanamento costante e un valore sempre crescente della società. Le cessioni sono anche delle opportunità per poter mantenere la competitività, questa è l’unica strada per mantenerla alta. Abbiamo proseguito questo percorso che ci ha portato alla semifinale di Champions League. Gli acquisti devono essere funzionali a questa strategia, noi riteniamo che i calciatori acquistati quest’anno siano delle scelte eccellenti e i fatti lo dimostreranno”.