Stephan El Shaarawy, reduce dal gol che ha aperto le danze contro il Crotone, parla ai microfoni di Roma Radio.

Che momento è questo per la squadra?
Adesso siamo in crescita, chiaro che le vittorie portano fiducia e entusiasmo. Ieri è stata una bella partita, affrontata nel modo giusto. A questa squadra serve continuità e siamo sulla buona strada.

Cosa ti chiede il mister?
Mi chiede tanto lavoro difensivo e di cercare la prestazione più che il gol. Mi chiede quantità e qualità.

Ti piacerebbe giocare centravanti?
Ho sempre giocato esterno a tutta fascia, mi sono messo a disposizione anche in nazionale in questo ruolo.

La non esultanza?
E' stata una reazione istintiva, uno sfogo mio personale. Ho cercato di fare gol nelle ultime partite e non ero riuscito.

Sei critico?
Sono molto critico, pretendo tanto da me e cerco sempre di fare il massimo. Quando faccio una buona prestazione sono contento, se faccio gol di più.

Ma voi vi sentite forti?
Si ci sentiamo forti, e lo abbiamo dimostrato lo scorso anno. Dobbiamo dare continuità e avere una gestione migliore della palla durante la partita.

Il mister?
Il mister è esigente, perchè sa che siamo forti. Ci sprona. Lui è il primo a credere in noi.

Torino?
Dipende tutto da noi, è un campo duro. Ma sono sicuro che faremo bene.