Emergono nuovi particolari riguardo il nuovo contratto firmato da Wayne Rooney per il Manchester United.

Il 'The Telegraph', infatti, ha rivelato come l’elemento che ha fatto sì che Rooney facesse dietro-front sulla sua iniziale richiesta di cessione sia stato a tutti gli effetti l’inserimento di una clausola nel suo contratto che, qualora il giocatore volesse, ne permetterebbe la cessione ad un prezzo fissato a 30 milioni. La clausola – continua il The Telegraph – sarebbe stata voluta dallo stesso giocatore, il quale avrebbe deciso di mettere questa condizione per incentivare il proprio club ad intervenire pesantemente sul mercato.