La Sampdoria cambia pelle. La sconfitta di Bologna, la prima 'meritata' dai blucerchiati in stagione, produrrà un effetto domino sulla squadra di Giampaolo apparsa stanca e imballata. Lo ha detto lo stesso mister doriano: "Un po' di turnover lo farò", e allora ecco che si preparano alcune novità di formazione per i doriani.

Anzi, per la verità le novità sembrano essere parecchie, almeno secondo Il Secolo XIX. L'unico reparto 'indenne', per cause di forza maggiore, sarà la difesa, dove mancheranno ancora Pavlovic e Sala, e dove Dodò è ancora indietro di condizione. Dal centrocampo in su, invece, cambieranno parecchi effettivi.

Per sostituire lo squalificato Barreto si giocano un posto Bruno Fernandes e Eramo: il portoghese ha più qualità tecniche, ma il centrocampista italiano lavora con Giampaolo da inizio ritiro (e questo è un aspetto su cui il mister punta tanto) e lo ha convinto non cederlo in estate. Altro ballottaggio per quanto riguarda Torreira, spento nella gara di mercoledì, e Cigarini che ha recuperato dal problema fisico accusato proprio nell'ultimo allenamento sostenuto con l'Atalanta. Il centrocampista ex Siviglia e Napoli migliora, e potrebbe partire titolare nella trasferta sarda.

Rientrerà anche Ricky Alvarez sulla trequarti: Praet ha giocato bene contro i rossoblù, ma Giampaolo ritiene che il trequartista belga debba ancora completare il suo processo di apprendimento dei suoi dogmi. Alvarez invece garantisce a Giampaolo un importante lavoro di raccordo tra centrocampo e attacco, e l'allenatore blucerchiato non sembra disposto a rinunciarci.

In due, o meglio, in tre per una maglia anche in attacco: Quagliarella è parso in difficoltà atletica nelle ultime partite, a Cagliari potrebbe rifiatare. Schick è in costante miglioramente, col Bologna ha preso lui il posto del numero 27, e potrebbe ottenere un'occasione dal primo minuto. Oltre al ceco, scalpita anche Budimir: sarà testa a testa fino a lunedì.