La Sampdoria inizia a muoversi sul fronte calciomercato, ma i blucerchiati non sono alle prese soltanto con i contratti dei calciatori che ogni domenica scendono in campo. Corte Lambruschini riflette anche sui rinnovi di due dirigenti che ormai rappresentano in tutto e per tutto il club doriano: Carlo Osti e Daniele Pradè, che a giugno andranno in scadenza.

Il direttore sportivo è ormai un'istituzione della Samp. E' arrivato a Genova nel 2012, sotto la gestione Garrone, è sopravvissuto a un cambio societario e a tante vicissitudini. Il suo contratto era già stato prolungato una volta, nel 2014, quando il termine era stata portato da giugno 2015 a giugno 2018. Il responsabile dell'Area Tecnica Daniele Pradè è invece approdato nel mondo doriano a ottobre 2016. Ha subito potuto festeggiare un derby vinto (il 2-1 di Izzo) e ha vissuto praticamente dall'inizio l'era Giampaolo. Anche lui è già stato protagonista di un rinnovo: aveva firmato un accordo annuale, ma l'estate scorsa la Samp ha esercitato l'opzione per la seconda stagione insieme. Entrambi i dirigenti, secondo Il Secolo XIX, restano in attesa di novità sul loro futuro: presto la Samp dovrà occuparsi anche di due dei suoi uomini mercato, decidendo insieme a Osti e Pradè il futuro.