La Sampdoria vince - ancora - in rimonta, e la dirigenza blucerchiata gongola. Lo fa ad esempio con il suo responsabile dell'Area Tecnica, Daniele Pradè, che nel post partita del match con i rossoblù ha incontrato la stampa per analizzare il successo doriano. "Contro il Bologna abbiamo portato a casa una vittoria non facile. Abbiamo avuto pazienza e abbiamo colpito al momento opportuno" attacca il dirigente. "Potevamo passare in vantaggio subito con Muriel. Poi è arrivato il loro gol con un tiro imparabile. La partita quindi si è messa in salita, ma il mister ha cambiato qualcosa e abbiamo reagito".

"Fare tre vittorie consecutive nel campionato di Serie A, soprattutto se le altre due squadre battute si chiamano Roma e Milan, è difficile. Sinceramente devo dire che mi piacciono le parole del nostro allenatore: dice che molte cose ti fanno essere consapevole di quanto puoi fare, ma poi, in fondo sono le partite come questa che ti fanno scoprire qualcosa di più sulla tua squadra. Oggi abbiamo avuto la certezza che la nostra squadra sta crescendo".

Inevitabile poi toccare anche il tema mercato: "Le voci sono normali e fanno anche piacere. Noi, però, siamo una società che sa benissimo quello che vuole. Stiamo crescendo e vogliamo andare avanti. Le proteste del Bologna? Posso dire che purtroppo a volte capita. E capita un po' a tutti. Io non commento gli episodi a sfavore, figuriamoci quelli a favore" continua Pradè, come riporta Sampdorianews.

Chiosa sui tifosi, e sul loro apporto costante: "L’ambiente della Samp ti fa sentire subito all’interno di una famiglia.I tifosi sono gioiosi e la gradinata ti accompagna incessantemente. Abbiamo fatto gol all'80° e questo dimostra che c’è stata una grande spinta anche da parte del pubblico. Questa squadra vuole migliorare quanto ha fatto l’anno scorso. Ha giocatori giovani e vuole crescere. Noi vogliamo giocare a calcio e far divertire i tifosi, facendo le cose migliori".