La trasformazione di Luis Muriel si è finalmente completata. Da brutto anatroccolo a splendido cigno, da attaccante discontinuo, fumoso e irritante a centravanti letale e divertente, la metamorfosi del colombiano è giunta a compimento. Muriel è uscito dalla crisalide, da quel bozzolo di mediocrità in cui si era avvolto, e in tanti se ne sono accorti. Di sicuro la Sampdoria, ma per esempio anche il Napoli, che ci pensa per gennaio. Gli azzurri, però, non sono gli unici a seguirlo.

SUGGESTIONE CONTE - Dall'azzurro al 'blues', il passo cromatico e breve. Nel mezzo però ci sono oltre 2.0000 km, due città, Napoli e Londra, e due squadre. In Inghilterra è sbarcato Antonio Conte, che ha conquistato il cuore del Chelsea e almeno momentaneamente la vetta della Premier. E proprio l'ex mister della Juventus avrebbe notato l'esplosione di Muriel. Tanto è vero che da Stamford Bridge stanno monitorando con attenzione la crescita del numero 9 blucerchiato. Si tratterebbe però di un idea per giugno: il Chelsea vorrebbe seguirlo per un'intera stagione prima di investire i 28 milioni della clausola.

LA POSIZIONE DI MURIEL E DELLA SAMP - L'attaccante, dal canto suo, si guarda intorno e riflette. Il suo agente, Alessandro Lucci, lavora sottotraccia ma la sensazione è che sia il procuratore che lo stesso giocatore vogliano rimanere ancora a Genova per qualche mese. Alla Sampdoria Muriel si sente coccolato da società, compagni e tifosi, ha trovato la sua dimensione e non ha particolare fretta di lasciare il capoluogo ligure. Ecco perchè la pista Napoli - che da una decina di giorni ha intensificato il suo interesse - sembra essere più difficile rispetto a quella che conduce al Chelsea. 

La posizione della Sampdoria è abbastanza semplice: chiunque arrivi con 28 milioni, l'importo della clausola rescissoria, può prendere il giocatore. Il club blucerchiato, da questo punto di vista, ha le mani abbastanza legate. Da Corte Lambruschini per il momento hanno ripetuto all'edizione genovese de La Repubblica di non aver parlato con nessuna società riguardo a Muriel. Che resta padrone del suo destino, e che valuta il suo futuro: tra Conte, Londra, Napoli e Genova.