Le copertine se le prende tutte Fabio Quagliarella, ma nel successo della Sampdoria sulla Spal ci son anche le mani di Emiliano Viviano, che in almeno un paio di occasioni ha salvato i blucerchiati. Due parate in particolare dell'estremo difensore doriano sono state fondamentali per mantenere il risultato inchiodato sullo 0-0, prima del terribile uno-due griffato Quagliarella. "Erano importanti i tre punti, però secondo me è anche più importante mantenere il livello delle prestazioni, e la forte identità che ci siamo creati in questi mesi" ha spiegato il portierone a Samp TV. "Lo abbiamo sempre fatto, anche avendo di fronte la Spal, una squadra forte e organizzata che ha giocato un'ottima partita. Siamo felici che la fortuna sia stata dalla nostra parte".

La Samp ultimamente sbaglia qualcosa di troppo in fase difensiva, ma secondo Viviano non c'è da preoccuparsi: "Siamo consapevoli che il nostro gioco è molto dispendioso, e anche un po' rischioso. Qualcosa concediamo perchè siamo tutti propositivi, giochiamo avanti e con la difesa alta, ed è bene che il portiere ci metta una pezza quando serve. Abbiamo 30 punti con una partita in meno, ma quello che mi fa ben sperare è che la Sampdoria si è creata un'identità ben precisa e uno spirito che è riconosciuto da tutti. Diventa tutto più complicato perchè le altre squadre ti conoscono e ti rispettano, ma ribadisco che per noi l'importante è mantenere un livello alto delle prestazioni".

La trasferta con il Benevento è sicuramente insidiosa, ma secondo Viviano molto starà alla capacità della Sampdoria di  fare la partita: "Il Benevento sta giocando buone partite da un paio di mesi, andiamo là con tanto rispetto ma ricordandoci sempre che siamo la Sampdoria - conclude il numero 2 blucerchiato - e che giocando da Sampdoria possiamo vincere con chiunque".