Un vero e proprio calvario, un piccolo dramma sportivo che ha coinvolto il Sassuolo e, soprattutto, il povero Domenico Berardi, che dal 28 agosto è fermo ai box per un infortunio al ginocchio che, in realtà, avrebbe dovuto tenerlo lontano dai campi da gioco soltanto qualche settimana. Settimane che, però, si sono rivelate mesi a causa di una ricaduta che nessuno si sarebbe aspettato e, soprattutto, non comunicata dal Sassuolo.

LA RICADUTA AD OTTOBRE - Berardi, che è ancora il secondo miglior marcatore della stagione del Sassuolo, aveva seguito con grande rigore la prima tabella di marcia sottoscritta con il dottor Combi, ex Inter e oggi medico del Sassuolo. Il reintro era previsto per la metà/fine di ottobre senza intervento chirurgico, e la tabella di marcia, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, è stata rispettata tanto che il giocatore aveva ripreso ad allenarsi in gruppo, con la possibilità anche di calciare la sfera e fare contrasti. Ma una partitella di fine allenamento ha tradito ancora Domenico. Un movimento innaturale, che lo ha fatto ritornare al punto di partenza.

LE CURE A ROMA E MILANO - Il Sassuolo ha spinto Berardi a farsi visitare anche da altri medici ed è per questo che è stato visto a Roma dopo una visita a Villa Stuart, dove il suo ginocchio è stato esaminato dallo staff del dottor Mariani, lo stesso che ha operato Florenzi e Milik. Ma l'ultimo consulto medico Berardi lo ha avuto con il professor Herbert Schönhuber, consulente in traumatologia del Milan. e che oggi, al Galeazzi di Milano, sottoporrà il giocatore ad un ulteriore consulto. "La prima e finora unica volta che ho visto Berardi, mi è sembrato molto sereno – ha dichiarato Schönhuber ai microfoni della Gazzetta dello Sport–, perché dalla prima visita non ho riscontrato indicazioni chirurgiche. Se tutto andrà bene, darò al calciatore l’idoneità per la ripresa dell’attività agonistica".

TORNA A GENNAIO? - Se tutto andrà bene Berardi potrebbe tornare in breve tempo ad allenarsi in gruppo, ma anche con le più rosee aspettative, Di Francesco non rischierà il giocatore prima di gennaio dopo un richiamo di preparazione intenso nella sosta invernale. Il 2017 di Berardi dovrà essere decisivo. Fra conferma in neroverde Europeo Under 21 e mercato, tutti stanno aspettando il rientro del vero Domenico.