Patrick Schick ha rilasciato un'intervista a La Gazzetta dello Sport alla vigilia del match contro l'Italia Under 21 di Di Biagio. Le parole dell'ormai neo acquisto della Juve ricordano, per convinzione, quelle di un ex attaccante bianconero: Zlatan Ibrahimovic: "Se ripenso a quando sono arrivato in Italia, vedo che ho fatto grandi progressi. All’inizio ogni cosa era complicata, adesso è tutto più semplice. Ma ho fatto appena un anno, ce n’è di strada da fare. La cosa che mi ha sorpreso di più del calcio italiano è la tattica. Lo dicono tutti, ed è vero. In Repubblica Ceca facevamo un’ora o due a settimana di lezioni tattiche, in Italia un’ora o due al giorno... Dei giovani della Serie A mi ha impressionato Rugani: è fortissimo. E’ un 1994 con già tre campionati di A alle spalle e due di questi alla Juve. Non è da tutti. La gara di domani contro gli azzurri? Io voglio segnare, farò di tutto per creare problemi all'Italia, quindi dovranno preoccuparsi davvero. E ovviamente spero di far gol. Sarà di sicuro una bella sfida. Chi sarà il capocannoniere dell'Europeo? Patrik Schick".