Dopo gli anticipi di sabato e la sfida delle 12.30 tra Inter e Torino, alle 15.00 si sono giocate cinque partite. In campo Cagliari-Hellas Verona, Chievo-Napoli, Fiorentina-Roma, Juventus-Benevento e Lazio-Udinese. Alle 18.00 poi andrà in scena Atalanta-Spal, prima del posticipo serale delle 20.45 tra Sassuolo e Milan.

Cagliari-Verona, delicata sfida salvezza, termina 2-1 per i padroni di casa, grazie alle reti di Ceppitelli e Faragò, che rimontano il gol del vantaggio scaligero di Zuculini. Il Napoli impatta 0-0 sul campo del Chievo ma mantiene il primato in classifica, a più uno sulla Juve (vincente contro il Benevento) e a più due sull'Inter. Il match clou delle 15 è stato sicuramente Fiorentina-Roma: la squadra di Di Francesco vince con un pirotecnico 4-2 firmato dalla doppietta di Gerson (prime due reti in Italia), da Manolas e da Perotti, inutili i gol di Veretout e Simeone (quarto centro in Serie A) per la Viola. Pioli non tiene il passo della Sampdoria nella corsa all’Europa League, mentre la Roma resta in corsa per lo Scudetto (partita da recuperare contro la Samp). L’Atalanta, infine, impatta uno a uno contro la Spal: apre Cristante, pareggia Rizzo. Poi un mircolo di Berisha il palo colpito da Antenucci salvano gli uomini di Gasperini.

Lazio-Udinese è stata rinviata a data da destinarsi per l'impracabilità del campo, a causa di un violento nubifragio che si è abbattuto sullo Stadio Olimpico e sulla capitale: i capitolini possono potenzialmente raggiungere la Juve al secondo posto.