Passa agli archivi anche la quinta giornata di Serie C, conclusasi con un passaggio di testimone in vetta alla classifica del Girone A: il Livorno, infatti, grazie al trionfo casalingo sulla Pistoiese, ha superato il Siena, fermato dall'Alessandria, e chiuso la settimana davanti a tutti con 13 punti. Da registrare anche la marcia della sorpresa Monopoli, che, grazie al successo sul Matera continua a tenere saldamente in pugno lo scettro di regina del Girone C. Da sottolineare, infine, il successo all'esordio sulla panchina del Lecce di Fabio Liverani, che ha visto i giallorossi trionfare per 3-1 sul campo del Catanzaro. 

GIRONE A - Il risultato più sorprendente di giornata è sicuramente lo 0-0 tra Siena e Alessandria: un pareggio che non aiuta nessuna delle due squadre, partite con piglio opposto in questo avvio di campionato. Se i toscani, infatti, restano agganciati alla vetta della classifica, pur avendone perso la leadership, l'Alessandria continua a non segnare e, soprattutto, a non vincere. Per i piemontesi sono solo due le reti messe a segno nelle prime cinque giornate nelle quali la squadra di Stellini ha collezionato appena 3 punti. Cade a sorpresa anche la Carrarese, che rimedia una sonora batosta sul campo del Monza; i lombardi, infatti, si sono imposti per 4-0 sugli uomini di Baldini, che perdono contatto con la vetta della classifica, distante cinque punti. 

LIVORNO DA B - La grande protagonista del Girone, però, è senza dubbio il Livorno di Foscarini, che continua a macinare vittorie. I toscani, che hanno steso la Pistoiese, imbattuta fino al suo passaggio all'Armando Picchi, stanno dimostrando di essere una delle grandi favorite nella corsa alla Serie B. Il Livorno, reduce da tre vittorie consecutive, ha messo in campo grande solidità difensiva (sono solo due le reti subite) e ottima qualità anche negli ultimi metri, con undici reti all'attivo (oltre due di media a partita). Numeri che certificano la qualità di una rosa e di una società che per storia e tradizione non può non ambire a raggiungere i vertici del calcio Made in Italy. 

Risultati: Cuneo-Pisa 0-1, Livorno-Pistoiese 2-0, Monza-Carrarese 4-0, Olbia-Pontedera 2-0, Piacenza-Arzachena 2-1, Prato-Gavorrano 1-0, Siena-Alessandria 0-0, Viterbese-Giana Erminio 2-3, Arezzo-Lucchese 0-1

Classifica: Livorno 13 punti; Robur Siena 11; Olbia 10; Carrarese e Viterbese 9; Pisa e Monza 8; Piacenza, Lucchese, Cuneo e Pistoiese 7; Arzachena 6; Prato e Pro Piacenza 5; Giana Erminio 4; Arezzo e Alessandria 3; Pontedera 2; Gavorrano 0..

GIRONE B - In vetta alla classifica c'è il Pordenone che rifila un poker al Teramo e sale a quota 13, a più uno sul Renate che pure porta a casa i tre punti nella sfida contro la Reggiana. Si ferma, invece, il Vicenza, che non va oltre l'1-1 nella sfida casalinga contro la Feralpisalò. Nelle zone meno nobili della classifica, invece, c'è da sottolineare il trionfo del Ravenna sul Modena: i romagnoli, che erano reduci da tre sconfitte consecutive, hanno avuto la meglio su un Modena sempre più ultimo a quota a zero punti dopo cinque giornate. 

MODENA DA INCUBO - Impossibile non soffermarsi sulla situazione del Modena, che è sempre più avviato sul viale della retrocessione; gli emiliani, infatti, non hanno raccolto nemmeno un punto in queste prime cinque giornate nelle quali anche il rapporto tra reti incassate e segnate resta impietoso, con nove gol subiti (quasi due a partita) e appena uno messo a segno. Il tecnico Capuano (foto da tuttocalciatori.com), che è sempre più in bilico, resta però ottimista e ha commentato in modo positivo la prestazione della squadra, che nella sconfitta contro il Ravenna ha dato qualche segnale di ripresa  sotto il profilo del gioco: "Ho visto un grande Modena: la prestazione c'è stata, nel primo tempo eravamo padroni del campo. Abbiamo perso in maniera immeritata per un gol che era in fuorigioco tutta la vita. Mi aspettavo una reazione e c'è stata, purtroppo non abbiamo portato a casa punti e nel calcio conta quello, ma la squadra ha fatto più che bene. Sia chi è andato in campo dall'inizio, sia i subentrati. Non mi è mai capitato di perdere le prime cinque, ma a parte contro il Renate la squadra non ha mai demeritato. Dobbiamo cercare soluzioni alternative".  

Risultati: Albinoleffe-Gubbio 2-1, Mestre-Triestina 2-1, Pordenone-Teramo 4-2, Ravenna-Modena 1-0, Renate-Reggiana 1-0, Sambenedettese-Padova 0-1, Santarcangelo-Fermana 1-5, Sudtirol-Bassano 1-2, Vicenza-Feralpisalò 1-1. Riposava: Fano.

Classifica: Pordenone 13 punti; Renate 12; Vicenza 11; Fermana e Bassano 10; Albinoleffe e Sambenedettese 9; Mestre 8; Padova e Feralpisalò 7; Ravenna 6; Triestina e Sudtirol 5; Reggiana e Teramo 4; Fano e Santarcangelo 3; Gubbio 1; Modena 0.

GIRONE C - Padrone assoluto del Girone C resta il Monopoli che continua a vincere e sorprendere; la squadra pugliese abbatte anche il Matera e mantiene la testa della classifica, con tre punti di vantaggio su Catania e Lecce e quattro sul Siracusa che, però, ha una partita in meno. Resta invece a meno sei il Trapani, che in questa giornata ha riposato e si prepara a tornare in campo la prossima settimana contro la Casertana. 

CATANIA E LECCE OK - Le protagoniste silenziose del Girone, nonostante la grande stagione del Monopoli, restano Lecce e, soprattutto, Catania. Buona la prima per Fabio Liverani, che al debutto sulla panchina dei giallorossi trova la prima, convincente, vittoria contro il Catanzaro. Nonostante le grandi difficoltà ambientali, quindi, il Lecce resta una delle grandi favorite alla vittoria del Girone. Continua anche la marcia del Catania di Lucarelli che dopo un avvio di stagione complicato (un pareggio e una sconfitta nelle prime due) ottiene la terza vittoria consecutiva superando di misura la Fidelis Andria. A decidere la gara è un rigore trasformato da Francesco Lodi, tornato a Catania proprio questa estate per provare a riportare i siciliani in Serie B. 

Risultati: Bisceglie-Sicula Leonzio 1-1, Casertana-Akragas 0-1, Catania-Fidelis Andria 1-0, Catanzaro-Lecce 1-3, Fondi-Reggina 0-1, Monopoli-Matera 2-0, Paganese-Juve Stabia 1-2, Rende-Virtus Francavilla 0-1, Siracusa-Cosenza 4-2. Riposava: Trapani.

Classifica: Monopoli 13 punti; Lecce e Catania 10; Siracusa* 9; Reggina 8; Trapani, Virtus Francavilla, Akragas, Bisceglie e Catanzaro 7; Rende 6; Juve Stabia e Sicula Leonzio 5; Casertana, Matera(-1) e Paganese 4; Fidelis Andria* 3; Cosenza 2; Racing Fondi 1. *1 gara in meno