Costa due giornate a Krasic il tuffo nell'area del Bologna. Come da previsioni, il serbo della Juve è stato squalificato per due turni dal giudice sportivo Tosel e salterà così la super sfida di sabato contro il Milan e il successivo impegno casalingo contro il Cesena. La prova televisiva ha accertato quello che tutti - escluso il mediocre De Marco - avevano già visto domenica. E cioè che il centrocampista bianconero e Portanova del Bologna 'non vennero - scrive Tosel - in alcun modo a contatto e che l’arbitro fu indotto in errore da un abile tuffo di Krasic'.

La Juve ha annunciato il ricorso d'urgenza che sarà esaminato domani. Non solo, un furibondo presidente Agnelli, prima di entrare in Lega Calcio, ha alzato i toni della polemica con parole dure che rendono incandescente la vigilia della sfida con i rossoneri: 'Da domenica pomeriggio abbiamo allertato i nostri legali alla luce della violenza mediatica che si è scatenata con giudizi di alcuni giornalisti basati sull’etnia del giocatore, un grandissimo campione oltre che una persona corretta'. Il ricorso bianconero punterà sulla mancanza di dolo e malafede del giocatore che avrebbe agito, secondo il club, d'istinto.

(Leggo - Edizione Torino)