Mauricio Pochettino, allenatore del Tottenham, è stato intervistato da Rai Sport a due giorni dalla gara di Champions League con la Juventus: "Sembra che Dybala possa recuperare, magari recuperasse. E' sempre bello giocare con i migliori al mondo, quindi anche se può dare qualche sofferenza spero di vederlo in campo".

"Piemonte, Pochettino, tutta la gente della colonia italiana dove eravamo in Argentina: il richiamo italiano era molto forte. Giocare in Champions con la Juve è molto eccitante. Se ero tifoso della Juve? Sì, mio nonno mi raccontava moltissimo, io non capivo molto, ma l'ho sempre avuta dentro casa, era la loro squadra. Eravamo lontani, ma crescendo ho capito la dimensione della Juve. Ora me la trovo di fronte, è un sogno affrontare una squadra così. E' al livello di Barcellona, Real Madrid, Bayern. Noi aspiriamo ad arrivarci, ma siamo ancora indietro. Però lavorando possiamo arrivarci. La Juventus è favorita per tutto questo, per la sua storia e perchè ha giocatori che sanno competere: giocare non è come competere. Serve esperienza, pratica, sofferenze e tempo: non si compra al supermercato. La cosa più importante è passare il turno. Andiamo a Torino per segnare e vincere la partita".