Non è sicuramente questo l’inizio che i tifosi del Benevento si auspicavano per la loro prima stagione in Serie A. Le giornate di campionato trascorrono e il ruolino di marcia dei campani non cambia, anzi è sempre lo stesso e i punti in classifica sono ancora a quota zero. Suo malgrado la squadra giallorossa, non solo, sta tracciando un percorso senza precedenti nel nostro torneo, ma addirittura a livello europeo.

RECORD ITALIANO - Con il risultato di ieri contro la Juventus le partite perse sono diventate 12 in altrettanti turni disputati fino ad ora nella massima serie. Il Benevento, in realtà, aveva già battuto il record di striscia di sconfitte consecutive in avvio di campionato: partita persa in casa con la Fiorentina 3-0 (nona giornata). Questo primato apparteneva al Venezia (stagione 1949/1950). Le streghe non devono rendere ancora più da incubo la stagione in corso, infrangendo nuovi record per la Serie A. Ad esempio analizzando il minor numero di punti, raggiunto un anno fa dal Pescara ( 18), così come le vittorie complessive (3, insieme al Treviso anno 2005/2006). Da notare anche il numero di debacle totali appartenente sempre al Pescara targato, però, 2012/2013 con 28 ko. Altri dati preoccupanti possono essere: minor numero di gol segnati e maggior numeri di reti incassate. Il primo caso appartiene al Treviso (2005/2006) e al Cesena (2011/2012) con appena 24 centri realizzati. Il secondo, invece, è della Lucchese (1947/1948) con ben 82 gol subiti. Il Benevento, ad oggi, ha siglato 5 marcature e presi 31.

RECORD EUROPEO - Nel secondo dopoguerra, tenendo in considerazione i 5 principali campionati europei, nessuna squadra ha mai raggiunto nelle prime 12 giornate altrettante sconfitte. Nella scorsa partita con la Lazio (finita 5-1 per i biancocelesti) aveva eguagliato il Grenoble 2009/2010 che in Ligue 1 dovette proprio aspettare il 12esimo turno (0-0 in casa del Monaco)  per ottenere il suo primo punto stagionale. Il Benevento può consolarsi solamente sfogliando ancora più indietro negli almanacchi del calcio, dove appare un Manchester United nell’edizione  1930/1931: anch’esso totalizzò  12 stop all’inizio della rassegna. Quell’anno i Red Devils si classificarono ultimi, perdendo 27 gare su 42, subendo 115 realizzazioni e retrocedendo in seconda divisione.