Maurizio Setti, presidente del Verona, ha commentato la promozione in Serie A raggiunta dalla sua squadra, arrivata seconda:

“Ringrazio tutti i giocatori, i tifosi e il vasto gruppo che lavora dietro le quinte. Godiamoci questo momento, è stato molto difficile. La città di Verona merita la serie A anche per quello che si vede fuori dal campo, con l’incredibile supporto della tifoseria".

"Il momento cruciale? Quando mi sono incavolato con Pecchia nella gara contro Lo Spezia. Dopo quell’episodio in cui abbiamo toccato il fondo, non abbiamo più perso. Bisogna ammettere che il Verona non ha saputo esprimere tutte le sue potenzialità in questa stagione. Anche il mister potrà esprimersi al meglio l’anno prossimo, grazie alle sue idee, e ne avremo bisogno per quando dovremo affrontare le squadre di Serie A".

"Carpi è la mia città, quindi mi auguro che ai play-off vada bene, di solito la graduatoria non tiene nessuna logica, basti pensare alla Sampdoria che approdò in A partendo da ultima”.