Torino-Verona 2-2

Nicolas 5,5:
ha parecchie responsabilità in occasione del gol del 2-0 del Torino, quando non copre a dovere il proprio palo e si fa infilare con estrema facilità da Niang. Non trasmette sicurezza alla difesa e fa correre più di un brivido ai suoi compagni con alcuni passaggi con i piedi.

Caceres 6,5: molto sfortunato l'uruguaiano. Prima, sullo 0-0, sfiora il gol con un bel diagonale che termina di poco sul fondo. Poi si infortuna poco prima del gol dell'1-0, resta comunque in campo fino al termine della prima frazione.

(dal 46' Heurtaux 6: nel secondo tempo la sua esperienza al centro della difesa si rivela molto utile al Verona)

Caracciolo 5,5: non convince la prestazione del numero 12 giallo. Troppo pasticcione in fase difensiva, commette più di un errore.

Ferrari 6: molto meglio nel primo tempo, quando gioca come difensore centrale, che nella ripresa quando viene spostato a fare il terzino destro. Ogni volta che viene puntato da Niang viene superato con troppa facilità

Fares 5,5: nel primo tempo il Torino con Falque e con gli inserimenti di Ansaldi riesce a sfondare con troppa facilità sulla sua fascia di competenza. Cresce nella ripresa ma non abbastanza per guadagnare la sufficienza.

Romulo 6: la partita del brasiliano dura poco più di mezz'ora. Dopo pochi secondi dal calcio di inizio subisce un colpo che, finché resta in campo, lo limita. Subito dopo il gol di Iago Falque è costretto ad alzare bandiera bianca e a lasciare il campo.

(dal 32' Valoti 6: troppo timido nei primi minuti di gioco, cresce con il passare del tempo)

Zuculini 5: non una buona prestazione per il numero 5 del Verona che lo si nota sopratutto per la quantità di falli commessi. Nel recupero viene anche espulso per doppia ammonizione ma il secondo giallo lo avrebbe meritato ben prima.

Bessa 6: aiuta poco la squadra in fase difensiva ma nella metà campo del Torino sa come mettersi in mostra e più volte ci riesce.

Cerci 6,5: è il grande ex della partita. Con parte della tifoseria granata non si è lasciato nel migliore dei modi, come dimostrano i fischi che riceve in più di un'occasione. Con la sua tecnica riesce a mettere in difficoltà Molinaro ma non riesce a trovare la giocata vincente.

Kean 7: sarà per il fatto di aver iniziato a tirare calci ad un pallone proprio nella scuola calcio del Torino, o per quello di aver poi successivamente giocato per anni nelle giovanili della Juventus, quest'oggi mostra una voglia particolare di mettersi in mostra. Riesce a mettere in difficoltà anche un giocatore esperto come N'Koulou e nel trova anche il gol che riapre la partita.

Verde 6: sullo 0-0, dopo un'errata smanaciata di Sirigu, avrebbe l'occasione per portare in vantaggio il Verona ma colpisce male il pallone e lo spedisce in curva. Poco scalda i guantoni del portiere granata con una conclusione poteten ma centrale.

(dal 59' Pazzini 7: se il Verona lo avesse avuto in campo dal primo minuto il match sarebbe potuta essere diverso. Entra bene in partita e per poco al 90' segnasu calcio di rigore il gol dle 2-2)


All. Pecchia 6,5: chissà come sarebbe andata la partita se avesse schierato in campo dal primo minuto Pazzini. L'ingresso dell'esperto attaccante ha cambiato il volto del match. Il suo Verona, pur giocando lontano da casa, quest'oggi ha mostrato quella voglia e quella cattiveria agonistica necessaria per restare in serie A. Rimontare due gol al Torino non era semplice.