Uno dei colpi dell'estate granata è stato Davide Zappacosta: metà degli 11 milioni che Cairo ha conferito all'Atalanta sono stati utilizzati per pagare il suo cartellino (l'altro 50% invece per arrivare al compagno Daniele Baselli). Ma se quest'ultimo sta facendo faville, il primo finora non ha praticamente visto il campo, complice un infortunio e la forte concorrenza interna rappresentata da Bruno Peres.

L'infortunio patito da Danilo Avelar, domenica a Verona, teoricamente gli spalanca le porte della sua prima da titolare con la maglia granata: ma in quella circostanza, il "vecchio" e affidabile Molinaro ha sfoderato una super-prestazione che lo candida seriamente a tenersi il posto, finché il brasiliano non sarà rientrato. L'alternativa di spostare l'altro carioca (Peres) sulla mancina, con l'inserimento di Zappacosta, è comunque in piedi: il turno infrasettimanale aiuterà a coronare finalmente il sogno del debutto.