Arrivato dal Manchester City, Zuculini è molto felice della scelta di aver sposato definitivamente il progetto Hellas Verona: "Ero arrivato in serie B e avevo l'obiettivo di tornare in A con questa squadra. Verona è bellissima, Manchester è lontana. Ho imparato tanto in questi anni. Non è stato facile ve lo assicuro. Lingua diversa, tutto diverso. Ma è stato utilissimo. Ho imparato a nutrirmi meglio ad essere professionista. A me piace dare tutto in allenamento, un aspetto che forse devo curare meglio perché non posso andare al 100 per 100 al venerdì come se fosse domenica. Avevo 10/12 anni e Fusco veniva sempre in Argentina a vedermi. È amico del mio procuratore, e con me e mio fratello si è sempre comportato benissimo. A me piace difendere, conquistare palla. Per segnare e fare assist ci sono altri. Mio fratello? Lo sento ogni giorno, sta recuperando. Si sta allenando mattina e sera al centro Isokinetic. A fine ottobre, inizi di novembre dovrebbe rientrare".