Conte: 'Nel mio prossimo contratto ci sarà la clausola. Galliani? E' juventino'

05 marzo alle 21:00
Alla vigilia del ritorno degli ottavi di finale di Champions League con il Celtic, in conferenza stampa parla Antonio Conte, tecnico della Juventus
 
I bianconeri si presentano al confronto forti del 3-0 esterno dell'andata
"Sarà una prova per tutti, a cominciare dal sottoscritto. La partita dell'andata ha messo una serie ipoteca sul passaggio del turno. Il calcio però può riservare sorprese. Il Celtic può creare problemi sui calci da fermo ma noi sappiamo cosa abbiamo fatto per vivere vigilie del genere. Ecco perché dovremo dare il massimo perché vogliamo andare avanti. Se farò dei calcoli sui diffidati, pensando ai turni successivi?C'è da fare una considerazione, le diffide rimarranno anche dopo questo turno. Faremo delle valutazioni, qualcuno potrebbe riposare. Nessuno però vuole sminuire il ritorno contro il Celtic, le qualificazioni si ottengono in 180 minuti: ne mancano 90". 
 
Sulle lamentele del Celtic, dopo il match d'andata, per le marcature troppo dure
"Se Lennon si lamenta degli arbitri allora può venire a lavorare in Italia, qui si lamentano tutti. Io sto pensando ad europeizzarmi, lui ad italianizzarsi.
 
Su Bendnter, sospeso per sei mesi dalla nazionale danese per guida in stato d'ebrezza
"Difficile dare giudizi su vicende che sono accadute lontano dall'Italia. Ci sarà la società che approfondirà la questione e nel caso prenderà provvedimenti. Da allenatore mi viene difficile dire qualcosa, fosse successo in Italia avrei fatto qualcosa. E' sempre un nostro giocatore ma le vicende vanno seguite con attenzione: a volte bevendo due bicchieri di vino ti trovano ubriaco alla guida. In Italia avremmo saputo già tutto ed i provvedimenti sarebbero già stati presi. Certo, mi dispiace per quello che è successo".
 
Napoli-Juventus, il clima pre-partita e l'accoglienza riservata ai bianconeri
"Le immagini si commentano da sole. La Polizia ci ha scortato, hanno lanciato lacrimogeni, tre vetri rotti: un clima non sereno. La squadra poteva farsi intimidire ma tre pietre non hanno influito sulla partita della Juve. Abbiamo dimostrato di essere grandi".
 
Il mercato e le voci che lo vorrebbero preso su una panchina all'estero:
"Ho già risposto: quando lavori bene qualcuno lo nota. Noi dobbiamo essere orgogliosi di questo, così come quello che stiamo facendo. Orgogliosa la società di avermi scelto, io di aver scelto questi calciatori. Uniti e compatti dobbiamo fare meglio, così parleranno ancora di noi. La clausola? Quando rivedrò il contratto la farò inserire, ora non c'è".
 
L'ad del Milan, Adriano Galliani, oggi ha detto che la Juventus ha già vinto lo scudetto...
"Galliani mi darà un grandissimo spunto per tenere vive l'attenzione dei miei calciatori. Se vado indietro di un anno, il Milan era a +7 da noi. Forte di quelle esperienza prima faccio gli scongiuri ma, un anno fa, solo una squadra poteva perdere lo scudetto. Ecco perché dobbiamo fare attenzione: quello che è successo a loro lo scorso anno non deve ripetersi. Ringrazio Galliani perché, in fondo in fondo, lui è juventino e se dovessimo vincere noi alla fine sarà contento". 

Commenta

Grazie per averci inviato il tuo commento. E' stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.
Accedi o registrati per poter commentare questo articolo.

o
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.