Marotta a Jacobelli: 'La Juve non ha mai pensato di vendere Marchisio'

Marchisio segna al Siena
18 giugno alle 05:31

Telefona Beppe Marotta, amministratore delegato e direttore generale della Juve, assiduo utente di calciomercato.com.

Con garbo pari alla chiarezza, perfettamente consapevole dell'importanza del tema tanto caro a milioni di tifosi bianconeri, Marotta scandisce la notizia del giorno: "Caro Direttore, seguo sempre con grande attenzione le notizie e i servizi di cm.com. Proprio per questo,  approfitto della vostra testata per affermare che la Juve non ha mai pensato di vendere Marchisio. Né ora né mai.

Nel settembre 2012, la società ha prolungato il contratto al giocatore sino al 30 giugno 2016, ritoccandone l'ingaggio. Mi pare che questa sia la dimostrazione più evidente di quanto Marchisio sia importante per la Juve. Riapriremmo la questione solo se ci pervenisse un'offerta stratosferica e decisamente fuori mercato. Cosa che fino a questo momento non si è verificata".

L'intervento di Marotta ha il pregio della tempestività e sgombra il campo da ogni equivoco. E' significativo anche il suo riferimento indiretto all'ultima sortita del centrocampista della Nazionale che, dal ritiro brasiliano degli azzurri, nei giorni scorsi aveva affermato: "Voglio capire se sono ancora importante per la Juve". Ora Marchisio sa di esserlo. Eccome.

x.j.

 

Commenta

Grazie per averci inviato il tuo commento. E' stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.
Accedi o registrati per poter commentare questo articolo.

o
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.