372
Oggi è domenica 10 ottobre, il decimo giorno del decimo mese dell’anno, il 10/10. Calcisticamente parlando è il giorno dei numeri 10, per utilizzare un’espressione spagnoleggiante ricca di assonanze, el dia del diez, o del diaez, come i tifosi del Milan hanno ribattezzato Brahim, il loro nuovo numero 10 dopo l’alto tradimento di Hakan Calhanoglu, passato dall’altra parte della città, non senza creare polemiche.

IL CONFRONTO - Avevamo già confrontato i numeri dell’ex e dell’attuale numero 10 rossoneri, ma la particolare ed emblematica data odierna offre un’occasione imperdibile per aggiornarli. Dopo il suo approdo all’Inter, Calhanoglu ha continuato la sua carriera sulla falsariga degli anni al Milan: qualche grande partita in mezzo a tanti passaggi a vuoto. In 8 partite giocate fra campionato e Champions, di cui 7 da titolare, ha segnato un gol e fornito due assist ai compagni. In termini di percentuali, in Serie A ha giocato l’86% delle partite, il 68% dei minuti totali e ha partecipato al 13% dei gol della squadra. Totalmente opposta è invece stata la parabola di Brahim Diaz che, liberato dall’addio del turco, è letteralmente esploso con 4 gol (il quadruplo) e due assist (gli stessi) in 9 partite (una in più) in tutte le competizioni. In Serie A ha giocato l’86% delle partite di Calhanoglu, il 77% dei minuti totali e partecipato al 26% dei gol (il doppio).

QUESTI SONO I NUMERI, MA PER VOI CHI FRA BRAHIM E CALHANOGLU È IL MIGLIOR NUMERO 10?
VOTATE NEL SONDAGGIO DI CM