Continua con grande successo la mostra itinerante Pablito Great Italian Emotion - una mostra evento dedicata e organizzata da Paolo Rossi e che vuole essere un'omaggio alla carriera del grande attaccante della Nazionale Campione del Mondo nel 1982. Un'esibizione interattiva che vuole essere anche un'occasione per raccontare, attraverso il calcio, non solo la vita di Pablito, ma anche l'Italia di allora, in netta crescita ed espansione dopo anni bui, ma ancora capace di trasmettere valori antichi e passioni nobili. Per tutto il mese di luglio, l'appuntamento sarà a Forte dei Marmi, nella cornice di Piazza Garibaldi davanti e all'interno del celebre Fortino. 

E insieme alla mostra ci sarà anche Calciomercato.com, media partner dell'evento che organizzerà insieme alla Pablito Great Italian Emotions di Paolo Rossi e della moglie Federica Cappelletti e alla Onlus Olimpiadi del Cuore di Paolo Brosio tanti eventi collaterali di beneficienza e di intrattenimento fra cui dei talk show in piazza con ospiti di eccezione per raccontare, nell'anno del Mondiale, un'Italia che al Mondiale di Russia non ci sarà e che si sta buttando a capofitto sul calciomercato.

Oggi a Forte dei Marmi si è tenuta la conferenza stampa di presentazione degli eventi alla presenza di Paolo Rossi, Paolo Brosio, dei componenti della giunta comunale della città che ha patrocinato l'evento e che aiuterà non solo gli organizzatori nell'allestire la mostra, ma anche tutti i partecipanti nel rendere interattiva, aperta e coinvolgente per tutti, dai più grandi ai più piccoli questa esperienza.

Sul palco e ai nostri microfoni Paolo Rossi si è detto entusiasta: 'In Versilia io mi sento sempre come a casa. Sono cresciuto qui e questo è un territorio fantastico perciò ci tenevo che la mostra fosse ospitata in un luogo simbolo come Forte dei Marmi. La mostra non racconta solo la mia vita, anche se ci sarà tanto di me, bensì gli anni 80 in generale, gli anni della rinascita che riportano a galla valori umani veri da trasmettere a tutti, anche e soprattutto ai bambini. I calciatori di allora, quelli della Nazionale dell'82 erano persone vere con valori, usi e costumi importanti. L'esibizione sarà interattiva e traccerà, con i giochi di allora e di oggi, eventi didattici e non solo, un percorso, un punto di contatto fra l'Italia di allora e quella di oggi. Grazie alla partenrship con Calciomercato.com, inoltre, riusciremo a portare questi eventi anche a importanti personaggi che il mondo del calcio lo vivono quotidianamente e sono fiducioso che tutto sarà un grande successo di calcio e solidarietà".