232
Gentile Procuratore,

leggo con stupore che il forte calciatore Suarez potrebbe diventare un calciatore della Juventus superando un esame di italiano perché così potrà ottenere il passaporto comunitario. Siamo contenti per lui. Mio figlio, invece, di padre italiano e mamma brasiliana, non potrà essere tesserato in alcun modo in Italia a causa delle restringenti norme della FIFA. Il caso è questo in sintesi: Manuel, di anni 15, è tesserato in una squadra brasiliana e vorrebbe venire a giocare in Italia accompagnato dalla mamma dato che io, il papà, per motivi di lavoro dovrò mantenere la residenza in Brasile. Abbiamo interpellato un avvocato di diritto sportivo e ci è stato detto che non sarà possibile tesserare il ragazzo qui in Italia. Ok le norme, ma mi sembra che, come sempre, ci siano due pesi e due misure. Suarez da una parte, per compiacere la macchina del business del pallone, potrebbe diventare italiano in una settimana (complimenti per la velocità di apprendimento di una lingua da lui mai parlata!), mentre mio figlio non potrà mai essere tesserato in una squadra di calcio nel suo Paese...fino a quando non avrà compiuto 18 anni. Bruno



Gentile Bruno,

premettendo che la questione del calciatore Suarez è in dubbio
, quanto a suo figlio devo confermarle l'impossibilità di un tesseramento in una squadra italiana per i seguenti motivi:
1) il trasferimento internazionale dei calciatori minorenni è vietato come regola generale

2) fa eccezione alla regola sopra vista il caso dei genitori del minore che si trasferiscano per una motivazione non legata al calcio (art. 19, comma 2, Regolamento FIFA).

Ne deriva che, solo con il trasferimento di sua moglie in Italia (devono trasferirsi entrambi i genitori!) e viste le motivazioni esplicitamente calcistiche (la motivazione del trasferimento deve essere indipendente dal calcio!), il tesseramento di Manuel in un club italiano non potrà avvenire!

Ma ora passo la palla agli utenti di calciomercato.com: Suarez vestirà la maglia della Juventus o sarà anche lui bloccato da qualche cavillo burocratico?