68
L'amministratore delegato del Sassuolo, Giovanni Carnevali ha concesso una lunga intervista a Tuttosport in cui parla a tutto tondo del magic moment del club neroverde e delle prossime operazioni di mercato.

BATTERE LA JUVE - "«Non sono scaramantico. Anzi, sono convinto che i detti popolari abbiano sempre un fondo di verità. Speriamo sia così anche stavolta. Io ci credo in un risultato positivo. Siamo in forma e non ci poniamo limiti. Domenica il governatore dell'Emilia Romagna Bonacina (tifoso della Juve ndr.) mi ha chiamato per ringraziarmi della vittoria sulla Lazio. Adesso spero di battere la Juventus così faccio felice anche il mio amico Marotta".

MAROTTA E PARATICI - "Non entro in quelle che sono questioni personali. E comunque non avrebbero bisogno di me per andare a cena. Se faranno affari insieme? ​Penso di sì, principalmente perché rappresentano due proprietà che sono in buoni rapporti. Zhang e Agnelli si sentono spesso".

SQUINZI - "Il dottore e la moglie sono due stelle che continuano a guidarci dal cielo. Del signor Squinzi mi manca tutto. A partire dalle telefonate quotidiane, le sue battute. ​Mi diceva: "Giovanni, quando mi prende Messi?”. Io rispondevo sempre: “Dottore, non si preoccupi. Prima o poi lo affrontiamo”. Non credo lo vedremo mai in Italia. Godiamoci CR7, sono convinto resterà ancora alla Juve".
NON VENDO - "​Caputo, Boga, Berardi e Locatelli non li vendiamo. Abbiamo molte richieste, ma abbiamo stoppato qualsiasi interesse sul nascere. La nostra linea è chiara: non cediamo i migliori perché abbiamo un progetto ambizioso con De Zerbi. Puntiamo a trasformare Berardi nella nostra bandiera. Non ci poniamo limiti. Il nostro modello è l’Atalanta, anche se ovviamente loro hanno una storia diversa dalla nostra. Intanto adesso vorremmo provare ad arrivare davanti al Milan".

KAIO JORGE E GLI AFFARI CON LA JUVE - "​Kaio Jorge in sinergia? Non credo. Detto questo, con la Juventus abbiamo ottimi rapporti. Se ci sarà la possibilità, faremo qualche operazione. Hanno tanti giovani interessanti. Ma anche noi siamo messi bene: Scamacca? Il suo futuro è al Sassuolo".

VORREI CHIELLINI - "Vorrei Chiellini. Giorgio è un campione e farebbe crescere velocemente tutti i nostri giovani. Sarei disposto a fargli tre anni di contratto e correi volentieri anche il rischio di farmi portare via da lui pure la scrivania da amministratore delegato (risata)".