107
Addio fair play finanziario. La strada è stata intrapresa, il vecchio sistema di normative imposte dalla Uefa con l'obiettivo di tener sotto controllo le condizioni finanziarie delle società, nei prossimi mesi andrà in soffitta. Come scrive oggi La Gazzetta dello Sport domani l'Uefa discuterà in videoconferenza al Parlamento europeo un nuovo sistema di regole per il calcio continentale, che parte dall'idea di passare dallo ''spendere quanto si incassa'' a ''spendere il necessario senza sprechi''.       

IDEE - Il nuovo modello, figlio della crisi economica dovuta al Covid, che ha ridotto all'osso le entrate dei club, mette nel mirino sprechi e soprattutto eccessi, tra cui gli stipendi dei giocatori e le commissioni degli agenti. Un’idea potrebbe essere l’introduzione di una luxury tax per garantire la conformità ai regolamenti europei: si compra un giocatore, si versa una percentuale da distribuire al sistema. Inoltre, le sanzioni sportive potrebbero essere ridotte in favore di maggiori sanzioni economiche. Le nuove regole potrebbero entrare in vigore dalla stagione 2022-23, con un periodo di adattamento graduale di qualche anno prima dell'entrata a regime.