217
Finalmente è finita. Una stagione da dimenticare per il Bordeaux, retrocesso in Ligue 2, e dunque anche per Yacine Adli, che comunque è stato protagonista con una rete e otto assist stagionali. Il passaggio al Milan, ufficiale dalla sessione di gennaio 2022, diventerà effettivo tra due giorni: terminato il prestito semestrale ai francesi, Pioli lo aspetta per il raduno in vista della stagione 2022-2023, quella della difesa del titolo.
 
EMOZIONI FUORI – Il classe 2000 ha voluto affidare ad Instagram un messaggio di commosso saluto al Bordeaux: una lettera in cui Yacine ringrazia l’ambiente girondino non senza sottolineare alcune difficoltà incontrate durante il cammino.
 
IL TESTO - “Prima di aprire una nuova pagina, vorrei ringraziare i GIRONDINS DE BORDEAUX. Grazie a questa istituzione per avermi dato l'opportunità di migliorarmi come giocatore ma soprattutto come uomo. Abbiamo tutti vissuto insieme molti momenti difficili e continuiamo a viverli, ma contro ogni previsione, abbiamo sempre sentito l'amore e la dedizione del popolo del Bordeaux per garantire che il club torni al posto che gli compete. Sfortunatamente, noi giocatori abbiamo fallito, possiamo trovare molte cause per questo, ma la realtà e che abbiamo fallito insieme. A prescindere dalle parole e dai pensieri, questo club mi ha sempre fatto vibrare perché lo amo e continuerò ad amarlo per tutta la vita. Non mi vergogno a dire che questo club, almeno alcune persone in questo club, mi hanno fatto toccare la depressione, ma molti mi hanno dato tanto amore”, si legge nella prima parte del post, che termina con i ringraziamenti agli allenatori avuti e ai tifosi, e con le condoglianze ad un amico scomparso recentemente.
QUANTO SPAZIO? - Adli arriva in un Milan che ha in rosa Brahim Diaz e che cerca un altro giocatore per la sua trequarti, con i contatti per De Ketelaere e Ziyech che vanno avanti, l'uno non escludendo l'altro. Con ogni probabilità, il francese avrà molta concorrenza nella sua prima stagione in rossonero.