Da uomo in partenza a decisivo per la qualificazione alla prossima Champions League. È cambiato tutto in poche settimane per Marcelo Brozovic all'Inter: dopo un'ottima seconda parte di stagione sotto la guida di Luciano Spalletti, il centrocampista croato è tornato EpicBrozo, come lo chiamano i tifosi. I nerazzurri ora sono alla ricerca di 40 milioni di euro di plusvalenza per rispettare gli accordi presi con la Uefa sul Fair-play finanziario. Soldi che, nei piani del club, dovrebbero arrivare dalle cessioni di qualche giovane, ma non è escluso che lo stesso Brozovic possa essere sacrificato in caso di necessità. Per fare il punto sul futuro del classe '92, Calciomercato.com ha contattato il suo agente, Miroslav Bicanic.

Bicanic, a gennaio Marcelo era a un passo dal Siviglia. Ci racconta cosa è successo e perché poi è rimasto all'Inter? 
"Sì, era davvero molto vicino al trasferimento in Spagna. Fortunatamente, però, c'era troppo poco tempo perché l'Inter trovasse il suo sostituto, così è rimasto e ha trovato spazio nel suo vero ruolo, davanti alla difesa".

Sono stati dei mesi molto positivi per lui e per l'Inter, che ha raggiunto l'obiettivo della qualificazione alla prossima Champions. Quanto ci credeva?
Moltissimo, già dall'anno scorso. Ma in questa stagione era più convinto che mai e finalmente l'Inter ce l'ha fatta. Diceva sempre: «Ce la possiamo fare, ce la dobbiamo fare»".

Oggi comincia il Mondiale in Russia, Brozovic è tra i convocati della Croazia ma rischia di partire in panchina.
"Noi abbiamo la speranza che Marcelo riesca a convincere il ct Dalic e a prendersi un posto da titolare, per confermarsi il top player che è".

Tornando al mercato, l'Inter ha bisogno di realizzare 40 milioni di euro di plusvalenze entro il 30 giugno e c'è grande interesse su Brozovic anche da parte di grandi club, come Manchester City e Paris Saint-Germain.
"Sì, posso confermare che diversi grandi club seguono Marcelo e si sono informati, ma non posso fare nomi".

Brozovic sarebbe felice di rimanere all'Inter?
"Certamente, Marcelo considera l'Inter casa sua, gli piace Milano e si prepara a giocare la Champions League. Ma se rimarrà o meno dipende dall'Inter e dal mercato".

Ha avuto qualche contatto con la dirigenza nelle ultime settimane per rinnovare il contratto (in scadenza nel 2021, ndr)?
"Il rinnovo dipende dall'Inter, da quella che è la strategia del club. Vedremo quello che succederà nelle prossime settimane".