86
Due assist, ieri, contro il Lecce. Più in generale, una centralità nel progetto Milan che lo sta esaltando: già da gennaio si erano visti grandi passi in avanti, ora è sempre più nel vivo del gioco, non dando punti di riferimenti agli avversari. Hakan Calhanoglu, numero 10 dei rossoneri, è rinato con l'avvento di Pioli (e Ibra) e con il 4-2-3-1, che gli calza perfettamente a pennello. In scadenza di contratto nel 2021, il suo agente getta qualche piccola ombra per il futuro. 

VOGLIA DI CHAMPIONS - Gordon Stipic, procuratore del turco ex Bayer Leverkusen, parla a tmw della situazione del suo assistito: "​Tutti sanno che il suo contratto è in scadenza nel 2021 e anche che tutto sta riniziando adesso: non ho ancora parlato col Milan, io e Hakan abbiamo grandi ambizioni. Il suo obiettivo è giocare in Champions League, non lo nascondo. Cosa succederà a fine stagione? Cosa succederà non lo so, è presto. Abbiamo le nostre ambizioni, è chiaro, ed è giocare in Champions. Hakan è felice al Milan, Hakan è contento. Quello che so è che è orgoglioso di vestire la 10, sente la fiducia di tutti, in una società così gloriosa e questo è importante. Ovviamente, però, ci sono anche ambizioni individuali". E' felice, ma ha voglia di Champions. E il Milan?
IL PIANO DEL MILAN - I rossoneri lo vedono centrale anche nel progetto Ralf Rangnick, suo grande estimatore, tanto che lo voleva con sé all'RB Lipsia. Elliott e il futuro manager vogliono il prolungamento del trequartista turco, e studiano la strategia per convincerlo a firmare. Nel frattempo Calhanoglu gioca e brilla, trascinando il Milan. Voglioso, però, di giocare in Champions League.