6

Si chiama Daniele Guglielmi e potrebbe essere il futuro perno della difesa della Juventus. Nato l'1 gennaio del 1998, è un centrale di difesa destro: in grado di giocare sia in una retroguardia a tre che a quattro, Guglielmi ha già stabilito un piccolo record debuttando in Lega Pro/Prima Divisione con la maglia del Barletta, ancor prima di compiere 16 anni. L'8 dicembre scorso, nel finale di gara tra Catanzaro e Barletta, ferme sull'1-1, il tecnico dei pugliesi Nevio Orlandi, decide di regalargli il debutto in campionato. Guglielmi non se lo fa chiedere due volte: pochi secondi dove il ragazzo dimostra sin da subito sicurezza e grande autorità. Biscegliese di nascita, ancora studente all'Itis Ferraris di Molfetta, a pochi chilometri da Barletta, Guglielmi dopo quei pochi minuti è entrato immediatamente nel giro della prima squadra: dopo infatti colleziona 4 panchine fino alla prima presenza da titolare.

IL TALISMANO DI MISTER ORLANDI - Sono 7 gare che il Barletta non conquista i tre punti e al Puttilli arriva il bistrattato Ascoli. Orlandi decide di puntare su Guglielmi e il ragazzo non delude: 90' senza alcun errore nè sbavatura che gli valgono subito la riconferma nella gara successiva, a Prato. Il Barletta pareggia 0-0 e la difesa resta imbattuta per la seconda volta consecutiva: è la svolta. Il ragazzo entra subito nell'orbita dei più grandi club di Serie A, tra cui la Juventus. Ieri Gugliemi parte nuovamente titolare: il talismano di Orlandi si rende nuovamente protagonista di un'ottima gara fino al 22' del secondo tempo quando l'ex tecnico della Reggina decide di richiamarlo in panchina per inserire Ilari, nella speranza di recuperare lo svantaggio contro il Frosinone, secondo in classifica, rimasto in 10 uomini. Anche stavolta Guglielmi porta indirettamente fortuna visto che passano soli 2' prima che proprio il subentrato Ilari firmi il gol del pari. Nel recupero poi sarà festa grande per il Barletta che conquista addirittura i tre punti graize a La Mantia.

LO VUOLE MEZZA SERIE A - Guglielmi ancora non ha firmato un contratto da professionista e potenzialmente potrebbe già trasferirsi all'estero. Tuttavia c'è già l'accordo tra il ragazzo e il presidente del Barletta Roberto Tatò per formalizzare un accordo che esiste già sulla parola, dopo il quale Guglielmi potrà essere ceduto ad uno dei tanti club di Serie A, da tempo sulle sue tracce. Calciomercato.com ha contattato in esclusiva l'agente di Daniele Guglielmi (foto Repubblica.it), Donato Di Campli (lo stesso procuratore di Marco Verratti), che ci ha rivelato la situazione del suo assistito, a pochi giorni dalla fine della sessione invernale di calciomercato.

E' vero che Guglielmi è seguito dalla Juventus?
"Sì, i bianconeri sono sul giocatore da tempo e sono fortemente interessati".

Su di lui ci sono anche il Milan e l'Inter?
"Guglielmi è seguito da tantissime squadre, non posso negare che anche le due società di Milano siano interessate al ragazzo perchè su di lui ci sono praticamente tutti".

In quale squadra preferirebbe giocare Guglielmi?
"Non posso rispondere a questa domanda: posso però rivelarti che in settimana si chiude...Spetterà anche al Barletta decidere quale offerta accettare tra le tante pervenute alla squadra pugliese".

La Juventus si è messa sulle tracce di un altro giovane difensore che gioca in Lega Pro: Edoardo Goldaniga, scuola Palermo, attualmente in forza al Pisa.