6
Un talento sul quale sono pronti a scommettere in tanti. Becir Omeragic è uno dei migliori talenti in prospettiva del calcio svizzero: lo Zurigo lo ha blindato con il rinnovo del contratto ma è consapevole che c'è il rischio  di perderlo al termine della stagione. Seguito concretamente dal Milan, sul classe 2002 si sta scatenando l'interesse di diverse società. Il suo agente Nussi Jashari ne parla in esclusiva a calciomercato.com. 

Signor Nussi, può raccontarci qualcosa di più su Omeragic?
"E' un talento cristallino del 2002.Da diversi anni viene premiato come miglior giovane del calcio svizzero, un evento che si è ripetuto sia quando era nell'under 17 che nell'under 19. Lo Zurigo sta puntando molto su di lui, adesso vediamo come crescerà lui. Abbiamo rinnovato da poco con la società e vediamo di fare le cose per bene".

Ci può svelare qualche dettaglio in più sul rinnovo?
"Si, certo: ha firmato per altri 4 anni e mezzo, quindi fino al 2024".

Un segnale chiaro anche dovuto alle tante squadre interessate a lui, non crede?
"Esattamente, ci sono tante squadre interessate a lui. Arrivano chiamate dalla Bundesliga, Italia, Spagna e Inghilterra. Abbiamo avuto molte offerte concrete, siamo molto avanti con il Salisburgo e vediamo cosa succede".

Quindi Omeragic è destinato al Salisburgo?
"Non abbiamo ancora preso una decisione definitiva, ma sono molto avanti".
Il Milan lo voleva acquistare a gennaio: adesso è ormai defilato?
"Il Milan lo conosce bene ed è interessato, abbiamo avuto un incontro con loro. C'è anche la Roma che lo segue con interesse, lo conosce bene. Non è andata bene al tempo e adesso vediamo come va a finire con il Salisburgo. Omeragic è un giocatore richiesto dalla nazionale bosniaca anche se ha fatto tutta la trafila con la Svizzera. Dobbiamo scegliere con calma la nazionale per lui. Abbiamo preso in procura il ragazzo a gennaio con il mio collaboratore Romeo Filipovic".

Si era parlato di una valutazione da 7 milioni di euro per il suo assistito...
"Non era quella la richiesta, si era parlato sopratutto di un eventuale prestito. A gennaio era più bassa, adesso può cambiare perchè il prezzo lo fa la società".

Vorrebbe venire in Italia?
"E' un ragazzo molto serio e professionale e vede con interesse il calcio italiano, gli piace. Era entusiasta di questa possibilità che si era creata con il Milan. Adesso è contento perchè ha prolungato con lo Zurigo, in un club dove ha la fiducia di tutti e può mettersi in mostra. Adesso è concentrato nel fare di più, accumulare esperienza: adesso è importante giocare. Per lui giocare non sarebbe facile giocare nella prima squadra del Milan, Zurigo ha ambizioni e progetti diversi. Danno molto più spazio ai giovani. Con loro abbiamo parlato nel mercato di gennaio, ma non era niente di concreto. Doveva ancora finire con il suo vecchio agente e adesso, compiendo 18 anni, è passato da noi".