2
Riccardo Orsolini ha messo il turbo. Il suo 2019 parla chiaro e da una stagione all'altra non sembra proprio aver perso il tocco. Anzi. Dieci gol e sei assist nella scorsa stagione, 2 reti e 3 passaggi chiave in questi due mesi di campionato. Bologna è la chiave, una regola come canta Luca Carboni, è la magia scattata in una scintilla tra la piazza, Orsolini e il condottiero Mihajlovic. Un'unione perfetta che ha salvato una stagione andata quasi all'aria (la scorsa) e che dovrà fare lo stesso con quella presente, prima di fissare nuovi ambiziosi traguardi. Passo dopo passo, proprio come il percorso dell'esterno, talento pagato 11 milioni dalla Juventus ai tempi di Ascoli e riscattato qualche mese fa per 15 circa dal Bologna. In ballo c'è il futuro, di tutti. E oggi, giorno di una nuova sfida ai bianconeri, non può essere un giorno normale. La Juve lo ha seguito, lo segue e lo seguirà, augurandosi una crescita ancor più entusiasmante per puntarci con convinzione. In estate, anche ai nostri microfoni, il suo agente era stato chiaro: Orsolini non sarà merce di scambio negli affari (leggasi scambio con Chiesa), perché vale e tanto. E così è stato. Oggi, sempre Donato di Campli ne ha parlato così.

CONTINUA SU ILBIANCONERO.COM