65
Mario Pasalic e un futuro tutto da scrivere. Il croato sta destando buone impressioni al Milan, ma tutto dipenderà anche dalla volontà del Chelsea, titolare del cartellino. Marko Naletilic, agente del centrocampista, in esclusiva per calciomercato.com. 

E' un momento molto positivo per Pasalic al Milan: cosa è cambiato rispetto al primo periodo?
"Semplicemente ha recuperato dall'infortunio alla schiena. Questo lo aveva penalizzato molto, specie nel primo periodo dove ci sono da considerare anche fattori extra come l'ambientamento in Italia, il dover abituarsi a un altro stile di gioco e di allenamenti". 

Adesso però è diventato un giocatore importante per Montella, una indicazione anche sulle possibili scelte future?
"Mario è diventato un titolare e questo non può che farci felici. Però non avete ancora visto il vero Pasalic, tutto quello che è il suo potenziale. Non è ancora al massimo, può e deve fare di più. Il bilancio fin qui è comunque positivo". 
Il Chelsea nel 2014 superò una fola concorrenza per acquistarlo dall'Hajduk, Conte sembra volerci puntare per il futuro. Avete già iniziato a parlare con il club di Londra?
"No, è ancora presto. Mario è arrivato in prestito secco, il suo futuro è nelle mani del Chelsea. C'è grande rispetto per loro così come lo abbiamo per il Milan". 

La vostra volontà è quella di continuare in rossonero anche nella prossima stagione?
"Qui ci sono tre parti interessate: noi, il Milan e il Chelsea. E' importante che tutte possano dialogare con serietà e serenità, bisogna capire quelle che saranno le intenzioni e i progetti futuri dei club. E' chiaro che se oggi Mario dovesse dare un'opinione, questa non può che essere positiva sull'attuale momento. Si sta integrando bene anche con la lingua italiana, c'è sintonia con Montella. Senza considerare il fatto che ama la maglia rossonera, è tifoso del club fin da quando era bambino. Ne parleremo più avanti, non c'è fretta".