Commenta per primo

Francesi, classe 1987, entrambi con un contratto in scadenza nel giugno 2012 ed un futuro ancora tutto da definire. Ma le affinità tra Jeremy Menez e SamirNasri, non finiscono qui: i due talenti transalpini - rispettivamente di Roma edArsenal - condividono infatti anche lo stesso procuratore, Alain Migliaccio

Calciomercato.it ha contattato in esclusiva il noto agente Fifa per fare il punto sulla situazione dei suoi assistiti e commentare le ultime voci di mercato che li riguardano.

JEREMY MENEZ - Per molti il futuro dell'ex Monaco - accostato a diversi club inglesi (LiverpoolArsenalManchester United), al Paris Saint Germain (progetto che affascina il giocatore) e alle big d'Italia (InterMilan e Juventus) - è destinato ad essere lontano da Roma. Non dello stesso avviso è Migliaccio: "Su Jeremy non ci sono novità al momento. Non ho visto né sentito alcun dirigente giallorosso. Così come non ho parlato con nessun'altra squadra, Inter e Psg comprese. Entro il fine settimana però, mi incontrerò con il ragazzo per fare il punto della situazione. Via da Roma? Lui voleva andarsene quando c'era Montella, perché non giocava. Ora però il quadro è cambiato con l'arrivo del nuovo tecnico. Luis Enrique è uno che sa far giocare un gran calcio alle sue squadre perché proviene dalla cantera del Barcellona".

SAMIR NASRI - Complicata anche la situazione del nazionale francese di origini algerine, che la stampa inglese dà ormai ad un passo dal trasferimento al Manchester City, nonostante l'opposizione del tecnico dei 'Gunners'. "L'interesse delManchester City per Nasri è concreto, così come lo è quello dello United. Club italiani? L'hanno cercato Inter Juventusnon il Milan. Ma ha ancora un anno di contratto con l'Arsenal e Wenger è stato chiarissimo anche con me: non ha alcuna intenzione di privarsi di uno dei suoi giocatori migliori. Ipotesi rinnovo con i londinesi? Al momento è da scartare".