Commenta per primo
Carmine Longo, dirigente del Bologna, risponde abbastanza duramente alle richieste del palermitano Andrea Raggi di tornare in Emilia: “Andrea Raggi è un giocatore del Palermo, non è più nostro. Il giocatore vuole tornare? Io vorrei andare al Real Madrid… Raggi non è più nostro, è stato a Bologna ma ora è del Palermo, non è nella nostra disponibilità. Fa piacere sentire che lui ami Bologna, ma tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare. – ha detto il consulente di mercato rossoblu a TMW – . Se incontrerò il Palermo? In agenda non c’è nessun incontro. E’ uno dei centocinquanta giocatori sul mercato e non sembra che lo abbia preso la Juventus o l’Inter. Se mi piacerebbe riportarlo? Io vorrei prendere Maicon, non Raggi che è un giocatore di Serie A ma non è il massimo della vita”.

Carlo Pallavicino, agente di Raggi, si è limitato a dire:
"Sorprende e amaraggia che un professionista serio, esperto e competente come Longo si lasci andare a giudizi di questo tipo su un ragazzo che vuole restare al Bologna dopo una bellissima, piace molto all'allenatore e che per il Bologna ha già fatto una importante rinuncia economica lo scorso anno. Prendiamo atto seppur a malincuore."