Parole molto forti e che riapriranno il dibattito, in Argentina e non solo, quelle pronunciate da Sergio Aguero a TycSports. A Buenos Aires e dintorni, la ginocchiata rifilata dall'atalantino Gomez alla schiena precedente infortunata del centrocampista del Milan Lucas Biglia ha fatto molto discutere; il Principito è infatti uno dei punti fermi della nazionale di Jorge Sampaoli e più in generale è un calciatore molto considerato nel suo Paese e forse da questo nascono le dichiarazioni cariche di risentimento del Kun Aguero. "È normale che Biglia sia arrabbiato, se Gomez avesse colpito me, l'avrei aspettato nel tunnel. Ognuno ha il suo carattere, io mi scaldo facilmente", ha fatto sapere il calciatore del Manchester City.

Aguero ha poi parlato delle sue condizioni fisiche e delle sue prospettive per il Mondiale: "Sampaoli non mi ha mai assicurato che sarei stato il centravanti titolare, ma solo che avrebbe contato su di me, Higuain deve stare tranquillo, lo sosteniamo tutti. Dal 2013 soffro di dolori al ginocchio, ma ora mi sento come nuovo, sarà il mio miglior Mondiale".